Pierfrancesco Campanella racconta le sue “bugie cattive” a CG Entertainment

Ricevo e volentieri pubblico

Strepitosamente… flop, Cattive inclinazioni, Bugie rosse: le più importanti opere cinematografiche di Pierfrancesco Campanella, dopo essere state recentemente rieditate in dvd e rese visionabili sia attraverso la piattaforma CG Digital che on demand nella App Samsung TV Plus, sono ora al centro di una nuova originale operazione di marketing che prevede la collaborazione con i più importanti social. In pratica il regista realizzerà per ogni film scelto, tra quelli da lui diretti, un video che sarà diffuso su  YoutubeFacebook Instagram nel quale rivelerà attraverso il suo consueto stile ironico retroscena, aneddoti e curiosità.

A distanza di due giorni da ogni singola clip, il relativo film completo sarà disponibile gratuitamente su Youtube, con premiere ad orari tassativi che saranno di volta in volta comunicati sul web. Questa originale operazione arriva un po’ a sorpresa, visto che Campanella finora non ha mai sbancato il box office, tanto meno è mai stato “protetto” da una certa critica “intellettualoide”. Parlando di sé, lo stesso interessato ammette spiritosamente di non possedere la geniale visionarietà di Fellini, né il sublime rigore di Visconti e neppure la raffinata eleganza stilistica di Zeffirelli.

Eppure, nella variegata galassia del cinema, Campanella ha un suo perché e occupa un proprio piccolo spazio. Chi lo conosce bene lo definisce comunque un grosso “personaggio”, nel bene e nel male. Dotato a suo modo di una sottile “genialità” molto particolare, fatta di intelligenza, estrosità, fantasia, imprevedibilità e, soprattutto, tanta caustica ironia. Finora forse gli sono mancate le occasioni “giuste” per dimostrare in pieno la sua forte personalità al grande pubblico e agli addetti ai lavori. Il mondo del cinema è regolato da logiche spietate e non sempre viene premiato chi più vale. Ma Pierfrancesco non ama lamentarsi, mantenendo sempre un atteggiamento di grandissima dignità e onestà intellettuale e portando avanti con determinazione il suo percorso artistico del tutto personale, orientato soprattutto a mettere a nudo i lati più reconditi e oscuri dell’animo umano, che si tratti in chiave di thriller o di commedia. Anticonformista per natura, ribelle e insofferente a qualsiasi tipo di compromesso, tira dritto, fregandosene del “sistema” e del “politicamente corretto”. Un vero, originalissimo, cane sciolto, autonomo e indipendente. Eppure, che piaccia o meno, Pierfrancesco Campanella esiste e resiste. E questo lo rende ancora più “pericoloso” agli occhi dei suoi denigratori. Campanella è “artista” dentro, il suo mondo di celluloide è un irripetibile  e micidiale cocktail di eccessi e contraddizioni, la cui peculiarità è lo sfrontato e sublime disprezzo per il banale e lo scontato.  

È giusto quindi questo tributo organizzato da CG Entertainment, un riconoscimento all’impegno e alla dedizione che Campanella ha profuso in tutti questi anni, con amore e  smisurata passione, guadagnandosi una personale “nicchia” di estimatori e appassionati cinefili che, puntualmente, collezionano i suoi lavori nei diversi supporti audiovisivi.

Il calendario dell’iniziativa

Clip di Presentazione su Youtube, Instagram, Facebook:

STREPITOSAMENTE… FLOP Martedì 15 Giugno, ore 17,00

CATTIVE INCLINAZIONI Martedì 22 Giugno, ore 17,00

BUGIE ROSSE Martedì 29 Giugno, ore 17,00

Premiere dei film completi:

STREPITOSAMENTE… FLOP Giovedì 17 Giugno, ore 21,00

CATTIVE INCLINAZIONI Giovedì 24 Giugno, ore 21,00

BUGIE ROSSE Giovedì 1 Luglio, ore 21,00

I trailer:

STREPITOSAMENTE… FLOP    https://www.youtube.com/watch?v=krLxpbHuG5M

CATTIVE INCLINAZIONI      https://www.youtube.com/watch?v=7nLSKzx4nPo

BUGIE ROSSE     https://www.youtube.com/watch?v=3dzsOxTtOQ8

Il grande successo di Stop! con Anna Ferzetti, prodotto da Massimiliano Bruno

Ricevo e volentieri pubblico

Molti sono i consensi che sta raccogliendo Stop!, cortometraggio diretto dall’esordiente Salvatore Fazio e co-prodotto da Alfonso Maria Chiarenza Massimiliano Bruno.

Interpretato da Anna Ferzetti, candidata ai David di Donatello 2020 e recentemente vista nella serie televisiva Curon e in Tutti per 1 – 1 per tutti di Giovanni Veronesi, Stop! Include nel cast Andrea VendittiGiancarlo PorcariChiara TronMarco LandolaFederico Maria GalanteSilvia Maria VitaleDavid MarzulloAndrea Galasso e Daniele Blando

Ambientato nel 2050 su un pianeta Terra ridotto allo stremo dal surriscaldamento globale e in cui, mentre una ragazza si trova a dover affrontare il proprio passato, una donna, a quanto pare, può rappresentare la salvezza, Stop! racconta un futuro distopico. Una società in cui, appunto, il surriscaldamento globale sta arrivando al punto di non ritorno.

Si può quindi parlare di un’opera fanta-ecologica, di un corto che mira a far riflettere gli spettatori su un tema molto attuale, ma che viene ancora sottovalutato, e su come l’avvenire del nostro pianeta possa essere strettamente intrecciato alla nostre vicende personali.

Un’opera che, selezionata presso non pochi concorsi dedicati alla Settima arte, tra cui il Beyond Earth Film Festival 2021 e il Vision Film Festival 2021, si è aggiudicata il premio per il miglior cortometraggio nella categoria ECOrti al CortiSonantiAward 2020 e il Best Short Female Theme al Mirabilia International Film Award.

Due prestigiosi riconoscimenti che non possono che testimoniare il grande valore di Stop!, distribuito da Prem1ere Film e sceneggiato daBruno stesso insieme al regista.

E si tratta soltanto dei primi ottimi risultati nati dalla collaborazione tra Chiarenza e Bruno, già all’attivo su nuovi appassionanti progetti che vedranno la luce nei prossimi mesi.

Abisso nero di Ronald Russo è l’horror che ha anticipato il Coronavirus

Ricevo e volentieri pubblico

Prodotto dalla ZTV Production di Sergio Romoli, con la partecipazione di Corrado Lannaioli per Mola Film International e il produttore esecutivo Massimo PaolucciAbisso nero è il nuovo horror diretto da Ronald Russo, che vanta una lunga filmografia d’attore al servizio di veri e propri maestri del cinema di genere, da Umberto Lenzi (Roma a mano armata) a Richard Donner (Ladyhawke), fino a Bruno Mattei (L’isola dei morti viventi).

Dedicato ai medici e agli infermieri che hanno perso la vita e a quelli che hanno lottato e che lottano ancora per combattere il Coronavirus e permettere un graduale ritorno alla normalità, Abisso nero è stato scritto e girato prima del’emergenza legata al Covid-19. 

Il pianeta è al collasso! Alcuni studiosi, soprattutto biologi e ambientalisti, sostengono che la popolazione attuale abbia già superato i limiti naturali della Terra, quindi i potenti del mondo hanno preso la decisione di eliminare almeno la metà della popolazione diffondendo un virus letale che non uccide, ma trasforma le persone in esseri aggressivi e mostruosi in modo da propagare a macchia d’olio il contagio. Il virus viene iniettato a cominciare dai dissidenti politici, da chi è nelle carceri e negli ospedali. Con i contagiati in seguito annientati e dati alle fiamme e il morbo che ha decimato più della metà del genere umano, chi è rimasto è felice di essere sopravvissuto a tanto dolore e atrocità. Ma, nella soffitta di una villa fuori città, Sonia (Ydalia Suarez), o, meglio, ciò che resta della bellissima donna che era, viene tenuta prigioniera dall’uomo che l’ha follemente amata, Marco (Robert Madison), medico in cerca di una cura per guarirla. Letteralmente impazzito in seguito alla morte della figlia Angie (Angelica Cheyenne), inoltre, Marco si è trasformato in una sorta di serial killer che vaga di notte alla ricerca di vittime sacrificali da offrire alla ferocia della sua compagna, scegliendole tra coloro che, tra teppisti, magnaccia e politici corrotti, secondo lui meritano una punizione.

Insieme a Robert Madison, recentemente visto nella serie tv Leonardo, la Ydalia Suarez di Nella terra dei cannibali e la esordiente Angelica Cheyenne, fanno parte del cast di Abisso nero Francesco Maria DominedòWalter Toschi,Gianluca TestaCostantino ComitoVeronica UrbanMelina ArenaRoberto ConteSandro De Luca, Maria Sofia Palmieri, Dafne BarbieriPierfrancesco CeccaneiNicolas Russo Lilith Primavera.

Presentato in streaming nell’edizione 2020 del Fantafestival, Abisso nero verrà proiettato il 1 Giugno 2021 presso il Nuovo Cinema Aquila, alle ore 19.

Il Sacrificio disumano di Maria Grazia Cucinotta nella rete dei rapimenti di minori

Ricevo e volentieri pubblico

Sacrificio disumano è uno sconcertante mini-film diretto da Pierfrancesco Campanella che affronta la scottante tematica della sparizione dei minori. Argomento tornato di strettissima attualità grazie agli ultimi, clamorosi, risvolti del caso della piccola Denise Pipitone.

Maria Grazia Cucinotta interpreta il ruolo di Mara, una madre cui viene rapito il figlioletto e che si isola dal mondo, barricandosi in casa, per cercare di ricostruire tramite i moderni mezzi informatici la verità su quanto accaduto. Sparito senza apparente motivo, il piccolo è stato rapito da qualche pedofilo? O magari è rimasto vittima di un traffico internazionale di organi? E se fosse addirittura finito nelle grinfie di una setta satanica? Di certo la donna è andata fuori di testa e vede con diffidenza tutti i personaggi che le ruotano attorno e che fanno a gara per distrarla e darle conforto: dal giovane amante bel tenebroso Silvano (cui presta il volto Nicholas Gallo, figlio di Mirca Viola) alla sorellastra Matilde (Chiara Campanella), dal patrigno Fabrizio (Franco Oppini) ad una anziana vicina di casa di nome Filomena (Maria Rita Hottò), fino ad una intraprendente poliziotta (Federica Candelise). Ma nessuno riesce a restituirle serenità: la donna rifiuta qualunque contatto e passa le giornate a documentarsi sul fenomeno dei minori rapiti, entrando in una vera e propria spirale di delirio.

L’unica persona della quale si fida è una psicologa molto rassicurante (Francesca Nunzi) che le fornisce prestazioni a domicilio.

Tutto lascerebbe pensare che la protagonista possa compiere da un momento all’altro un gesto estremo dettato dalla depressione, finchè non emerge la sconvolgente realtà attraverso una incredibile sequela di colpi di scena.

Sacrificio disumano è un’opera che farà certamente discutere per il modo crudo con cui il regista tratta la delicata materia. Emblema della bellezza mediterranea nel mondo, Maria Grazia Cucinotta dimostra una grande sensibilità interpretativa, con una performance davvero coinvolgente. Le va oltretutto dato il merito di aver accettato di recitare completamente senza trucco, per rendere più credibile la sofferenza interiore del personaggio, senza minimamente perdere il suo innato fascino carismatico. Poche colleghe al suo posto avrebbero avuto lo stesso coraggio!

Non tutti, inoltre, sanno che Maria Grazia è attivamente impegnata nel sociale, facendo parte di numerose associazioni umanitarie e rendendosi promotrice di varie iniziative di solidarietà. Per questo motivo si è immediatamente immedesimata nel copione propostole da Campanella, noto al pubblico soprattutto per i discussi thriller cult Bugie rosse e Cattive inclinazioni, rieditati recentemente in dvd, con grande successo, dalla prestigiosa CG Entertainment.

Sacrificio disumano si avvale di una originale colonna sonora hard rock composta dal giovane cantautore Alfred Bestia, mentre la suggestiva fotografia è di Sacha Rossi, il make up di Pietro Tenoglio, il montaggio di Francesco Tellico, le scene e i costumi di Laura Camia.

Al cortometraggio ha collaborato, come prezioso consulente informatico, il noto ingegnere Paolo Reale, spesso ospite nel programma tv Quarto grado.

Sacrificio disumano, prodotto da Angelo Bassi e distribuito dalla Mediterranea Productions,  è attualmente in gara al Festival Tulipani di seta nera, organizzato in collaborazione con Rai Cinema Channel.

Pertanto lo si può visionare sulla piattaforma web:

http://www.tulipanidisetanera.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-bc45d91a-3c9e-42e7-b8a6-814a7c335190.html

foto di scena: Laura Camia

“La goccia maledetta” si fa notare alla Rassegna “Pianeta Donna”, curata da Franco Mariotti

Ricevo e volentieri pubblico

“Il lungo e faticoso viaggio della Donna nella storia del cinema”, festival cinematografico competitivo al femminile, diretto da Franco Mariotti, alla ribalta nell’arco di quattro intense giornate sulla piattaforma MYmovies, ha offerto 27 opere di diverso genere. Al di là dei risultati “ufficiali”, da segnalare gli ottimi consensi e apprezzamenti di stima ricevuti dal cortometraggio “La goccia maledetta”, diretto da Emanuele Pecoraro ed interpretato dalle splendide Nadia Bengala e Francesca Anastasi con Lorenzo Lepori. Un lavoro sul femminicidio e la non accettazione dell’abbandono da parte della persona amata, tematica quanto mai scottante in questo periodo. Il mini-film, prodotto e distribuito da
Angelo Bassi per Mediterranea Productions, si avvale delle eccellenti musiche di Paolo Reale, della suggestiva fotografia di Sacha Rossi e delle particolari ambientazioni curate da Laura Camia. La storia è tratta da un racconto di Roberto Ricci, adattato sotto forma di sceneggiatura da Lorenzo De Luca e Pierfrancesco Campanella. Quest’ultimo è anche produttore esecutivo dell’opera.

Primo Piano – Pianeta Donna” è  stato promosso da AmaRcorD Associazione
Culturale, e realizzata con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura, con la partnership di Istituto Luce Cinecittà, Cinecittà News, SNGCI Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Cineteca Lucana, CSC Centro Studi Cinematografici.

Sul nuovo canale CG Tv Bugie rosse e Cattive inclinazioni, i thriller scandalo di Pierfrancesco Campanella

Ricevo e volentieri pubblico

CG TV (4504) è un canale completamente nuovo e interamente dedicato al meglio del cinema italiano e internazionale, disponibile gratuitamente per tutti i possessori di una Smart TV Samsung, grazie all’applicazione Samsung TV Plus. L’applicazione Samsung TV Plus è disponibile su tutti i modelli di Smart TV Samsung prodotti a partire dal 2016. Cliccando su 4504, Samsung TV Plus offre agli spettatori un accesso diretto a top news, sport, intrattenimento e molto altro. È 100% gratuita e non sono richiesti download, registrazioni, carte di credito o sottoscrizioni.

Tra i film in programmazione in questo fine settimana Bugie rosse e Cattive inclinazioni, le due pellicole scandalo dirette da Pierfrancesco Campanella, che resteranno poi disponibili nella sezione On demand del canale.

Definito – nel periodo della sua uscita al cinema – a metà strada tra Cruising con Al Pacino e i film di Dario Argento, Bugie rosse è un thriller erotico molto spinto, un micidiale mix di sesso a tinte forti e cruda violenza dove si mescolano perversioni di tutti i tipi a un’avvincente storia gialla, carica di tensione, mistero e colpi di scena. Quasi una risposta italiana a Basic instinct, il sensuale classico con Michael Douglas e Sharon Stone.

Un thriller incentrato sulle scabrose vicende di un cronista televisivo interpretato da Tomas Arana e impegnato in uno scottante reportage su alcuni delitti maturati nell’ambiente torbido di una grande città, il quale resta in qualche modo affascinato da quel mondo, grazie anche all’amicizia “particolare” instauratasi con un “ragazzo di vita” cui presta il volto Lorenzo Flaherty. Fino al momento in cui, tra un omicidio e l’altro, il protagonista comincia a distaccarsi dalla moglie, ovvero una bellissima Gioia Scola che completa il ricco cast di Bugie rosse insieme ad Alida Valli, Natasha Hovey, Barbara Scoppa, Gianfranco Jannuzzo, Paolo Calissano, Gianna Paola Scaffidi, Carolyn Spence, Rodolfo Corsato e Gianni Franco.

Da Eva Robin’s a Mirca Viola, passando per Elisabetta Cavallotti, Elisabetta Rocchetti, Florinda Bolkan e Franco Nero, altrettanto ricco è il cast di Cattive inclinazioni, che ha fatto molto discutere per l’eccesso di alcune sequenze di uccisione, nonché per la scioccante morbosità delle scene di sesso “particolare”.

Un cast di sfacciata impronta “cult” per un noir “grottesco” con venature surreali mirato ad ironizzare sulla tradizione dei gialli all’italiana destrutturandone l’impalcatura narrativa e rientrante tra i primi lungometraggi italiani girati completamente in digitale e successivamente “trasformati” in pellicola 35 mm per poter essere proiettati nelle sale cinematografiche.

Con una rivelazione finale che lascia emergere una denuncia nei confronti dell’emulazione e della speculazione mediatica. Un espediente di Campanella per puntare l’indice verso le trasmissioni televisive che, al fine di assecondare le logiche d’ascolto di rete, trattano i casi di cronaca nera sollecitando gli istinti maggiormente bassi di un pubblico sempre più assetato di notizie scioccanti.

Sesso, sangue e tensione, quindi vi aspettano su CG Tv con Bugie rosse e Cattive inclinazioni!

Strepitosamente… flop di Pierfrancesco Campanella sul nuovo canale CG TV

Ricevo e volentieri pubblico

CG TV è un canale completamente nuovo e interamente dedicato al meglio del cinema italiano e internazionale, disponibile gratuitamente per tutti i possessori di una Smart TV Samsung, grazie all’applicazione Samsung TV Plus. L’applicazione Samsung TV Plus è disponibile su tutti i modelli di Smart TV Samsung prodotti a partire dal 2016. Samsung TV Plus offre agli spettatori un accesso diretto a top news, sport, intrattenimento e molto altro. È 100% gratuita e non sono richiesti download, registrazioni, carte di credito o sottoscrizioni.

Tra i film in programmazione questa settimana (Venerdì 26 marzo in seconda serata e Domenica 28 Marzo alle ore 1.00)  c’è Strepitosamente… flop, l’originale pellicola scritta e diretta da Pierfrancesco Campanella, recentemente rieditata in dvd da CG Entertainment. Una simpatica commedia agrodolce, tra il surreale e il grottesco, dove vengono garbatamente messi in ridicolo tic, mode e manie di fine anni Ottanta. Un periodo storico da molti definito, col senno di poi, “mitico”, anche se, rivedendo oggi il film, ci si può rendere conto che le cose non siano cambiate così tanto, se non in peggio. La difficoltà di inserimento dei giovani nel mondo lavorativo, le diete miracolose, le sette pseudoreligiose, le truffe mediatiche, l’istinto di privilegiare l’apparire all’essere, la smania del facile successo sono solo alcune delle tematiche trattate dal regista che, sotto forme diverse, sono più che mai attuali.

Un lavoro corale, impreziosito dalla splendida fotografia di Roberto Girometti, ricco di personaggi atipici e di divertenti caratterizzazioni. Un cast di interpreti quanto mai variegato: dalla bellissima e intensa Dalila Di Lazzaro, a detta di molti  qui in una delle sue migliori performance sul grande schermo, a Urbano Barberini, da Claudia Cavalcanti a Yvonne Sciò, da Adriana Russo a Rossana Gavinel. E, inoltre, Emy ValentinoGiovanna RotelliniGabriele GoriClaudio Maria PascoliEnzo Saturni e Lamberto Consani. Tra le partecipazioni speciali, quella di Pasquale Africano, l’indimenticata “guardia giurata” del programma tv Forum, e di Aiché Nana, protagonista di un clamoroso spogliarello in un night romano ai tempi della “Dolce vita”. Senza contare l’exploit della effervescente e imprevedibile rock-star Donatella Rettore, qui nelle sole vesti di attrice brillantissima. All’epoca dell’uscita di Strepitosamente… flop nelle sale, alcuni critici la paragonarono addirittura alla grande attrice americana Shirley Mc Laine. “La cosa che mi ha letteralmente sorpreso – ha dichiarato il regista Campanella nei giorni scorsi – è la reazione positiva che ha suscitato il mio film dopo tanti anni. Persino Dagospia lo ha definito una pellicola di culto”.

Tra i film previsti nella programmazione di CG TV ve ne sono anche altri due dello stesso Pierfrancesco Campanella: i discussi thriller erotici Bugie rosse e Cattive inclinazioni, che tanto scandalo suscitarono ai tempi della loro uscita nelle sale.

In arrivo Medium, horror d’azione con Tony Sperandeo

Ricevo e volentieri pubblico

Arriverà a Giugno 2021 nei cinema e sulle migliori piattaforme streaming Medium, horror d’azione a tinte noir che segna il debutto dietro la macchina da presa per Massimo Paolucci, affermato produttore esecutivo dalla lunga carriera il cui curriculum include, tra gli altri, Forever blues di Franco Nero e Dracula 3D di Dario Argento.

Prodotto da Daniele Gramiccia (On air – Storia di un successo), Medium è una produzione della Emy Productions di Giovanni Franchini.

Cosa accade se una banda di rapinatori mette a segno un colpo da diverse decine di migliaia di euro in un bar di provincia senza immaginare che il proprietario dell’attività sia Cagliostro, losco individuo legato agli ambienti della malavita? Accade che questi non tarda a rintracciare la combriccola di criminali, proponendo loro la possibilità di collaborare intrufolandosi nella villa umbra dell’anziano uomo d’affari cinese Hung, dove dovranno rubare per lui un ciondolo di giada verde. Un’impresa in cambio della cui riuscita potranno tenere tutto il malloppo rubato al bar, ma durante la quale scopriranno che il medaglione si trova al collo della figlia di Hung, Sofia, in coma e tenuta in vita attraverso un misterioso rituale. Ed è soltanto l’inizio di una lunga notte di sangue e violenza.

A vestire i panni di Cagliostro è il vincitore del David di Donatello Tony Sperandeo, mentre il vecchio Hung ha il volto di Hal Yamanouchi, nome noto della nostra celluloide di genere, ma conosciuto anche dai fan della Marvel per essere stato Yashida in Wolverine – L’immortale.

Scritto da Lorenzo De Luca (Jonathan degli orsi di Enzo G. Castellari), Medium vede protagonista Emilio Franchini, ex calciatore e pugile che si appresta ora a diventare una nuova promessa per il cinema italiano, attualmente impegnato anche nell’imminente The follower.

Completano il cast Martina Marotta (Infernet), Bruno Bilotta (American assassin), Barbara Bacci (L’ora legaleFrancesco Maria Dominedò (Fatti della banda della Magliana), Pierfrancesco Ceccanei (Secrets of the dead), Martina Angelucci (Ogni maledetto Natale) e Dafne Barbieri (la serie tv Caccia al re – La narcotici).

Menzione speciale al CROFFI per “La goccia maledetta”

Ricevo e volentieri pubblico

Il cortometraggio diretto da Emanuele Pecoraro, prodotto da Angelo Bassi e realizzato da Pierfrancesco Campanella, premiato al Festival dei Castelli Romani.

La prestigiosa rassegna, giunta alla quarta edizione nel 2020, con la direzione artistica di Antonio Flamini e la presidenza di Marco Di Stefano, a causa delle restrizioni da Covid 19, lo scorso ottobre non ha potuto organizzare la consueta serata di gala a Palazzo Chigi di Ariccia per le premiazioni. Visto il perdurare del periodo di “prudenza”, si è deciso di procedere alla consegna delle targhe a Roma, in una location alla Balduina, con tutte le precauzioni del caso, convocando i premiati a scaglioni ed evitando così qualunque tipo di assembramento. Madrina dell’insolito evento, la splendida Nancy Brilli, mentre tra i premiati a vario titolo sono intervenuti tra gli altri Isabel Russinova con Rodolfo Martinelli Carraresi, Andrea Roncato, Elisabetta Cavallotti, Elisabetta Pellini, Maria Grazia Nazzari, Adelmo Togliani, Sofia Bruscoli ed Eliana Miglio. Oltre a Pierfrancesco Campanella ed Emanuele Pecoraro, rispettivamente produttore esecutivo e regista del corto La goccia maledetta, tratto da un soggetto di Roberto Ricci, interpretato da Nadia Bengala, Lorenzo Lepori e Francesca Anastasi.

smart

Un inquietante noir sulla drammatica tematica della non accettazione dell’abbandono coniugale, argomento quanto mai attuale come dimostrano numerosi “fattacci”, balzati di recente ad alimentare la cronaca nera. Da sottolineare che “La goccia maledetta”, la cui colonna sonora è stata curata da Paolo Reale, è un’opera pluripremiata, considerato che ha già fatto incetta di riconoscimenti al Festival di Siviglia, al Terra di Siena Film Festival e nientemeno all’Hollywood Blood Horror Festival!

Su Amazon Prime Video I love… Marco Ferreri, l’indagine di Pierfrancesco Campanella sull’eccentrico cineasta

Ricevo e volentieri pubblico

L’interessante tributo di Pierfrancesco Campanella al regista de La grande abbuffata è ora disponibile nel catalogo Amazon Prime Video

Continua la chiusura delle sale cinematografiche, causa restrizioni da Covid 19. Ma non si ferma l’offerta cinematografica grazie alle piattaforme digitali. Facendo “di necessità virtù”, il pubblico si sta ormai abituando a fruire del prodotto audiovisivo mediante le nuove tecnologie. E registi, produttori e distributori si adeguano. Non sfugge alla regola I love… Marco Ferreri, il docufilm ideato e diretto da Pierfrancesco Campanella, speciale omaggio al grande cineasta milanese, ormai scomparso da molti anni. L’opera di Pierfrancesco, che ha fatto registrare ottimi consensi da parte della critica, dopo essere stata inserita con successo tra le offerte CG Digital (www.cgentertainment.it), e in attesa di approdare in streaming su Chili TV, è da qualche giorno visionabile su Amazon Prime Video.

Da sottolineare che I love… Marco Ferreri non è il solito documentario didascalico intriso di stagnante retorica, bensì un lavoro originalissimo, che tratta la materia ferreriana attraverso una storia a sé stante, in chiave molto particolare, tra il noir e il surreale. Uno stile che ben si sposa con quello ironico-grottesco di Marco Ferreri, certamente uno degli autori cinematografici più caustici e graffianti. Purtroppo, proprio perché ritenuto artista eccessivamente “disturbante”, Ferreri è stato in breve tempo rimosso dall’immaginario collettivo e dal “sistema” della cosiddetta “intellighenzia”.

Solo recentemente è stato in qualche modo riscoperto dal pubblico, grazie alla meritoria iniziativa della coraggiosa CG Entertainment che sta ripubblicando in dvd le sue opere più significative, come Dillinger è morto e La donna scimmia.

I love… Marco Ferreri si avvale anche delle preziose testimonianze di autorevoli addetti ai lavori, dall’operatore culturale Franco Mariotti al critico Orio Caldiron, al docente di Cinema Fabio Melelli, fino allo scrittore Emanuele Pecoraro e il pittore Mario D’Imperio; senza contare il fondamentale apporto degli attori Michele Placido e Piera Degli Esposti.

Lo script, oltre che dallo stesso Campanella, è firmato da Lorenzo De Luca, eccellente sceneggiatore noto per i suoi film di genere horror, oltre che per aver collaborato ai copioni dei cinepanettoni di maggior successo dell’accoppiata Boldi-De Sica.La fotografia diI love… Marco Ferreri è curata da Lorenzo Vecchio, mentre la supervisione artistica è di Laura Camia. Il personaggio filo conduttore è impersonato da Fabrizio Rampelli, con la voce narrante di Ermanno Ribaudo. Produzione e distribuzione Cinedea srl.

Vedi Trailer:https://www.youtube.com/watch?v=XPl_zhJZlPk