HODTV – la piattaforma streaming dedicata all’horror

LOGO_Positivo-Bianco_150ppiRicevo e volentieri pubblico

È nata HODTV, la prima, la più grande e la più fornita piattaforma streaming interamente dedicata ai generi horror e thriller.

Con 5000 utenti iscritti da tutto il mondo e un catalogo che vanta oltre 260 titoli di ogni nazionalità, HODTV.NET si propone di soddisfare le esigenze dei fan del genere offrendo non solo lungometraggi, ma anche short, mediometraggi e serie provenienti da produttori indipendenti internazionali.

Maraniello e MitrioneProdotto della Società HOUSE OF DISASTER Production & Entertainment srl di Elena Maraniello e Sergio MitrioneHODTV.NET, infatti, si pone quale missione, affiancata da un servizio di qualità, quella di divulgare e far conoscere al pubblico amante del cinema horror e thriller tutto l’universo di lavori indipendenti di ottima qualità che meritano di essere scoperti, spesso celati dietro ai classici puntualmente proposti nelle sale.

platformDunque, su HODTV.NET è possibile trovare per la prima volta in SVOD Bloodline, il mix di slasher, ghost story e zombie movie diretto da Edo Tagliavini, il found footage Il caso Anna Mancini di Diego Carli e l’invasione aliena proposta da Report 51 di Alessio Liguori, ma anche Patient 7 di Danny Draven e Paul Davis, il notevole cortometraggio Surgery, a firma di George e Samuel Clemens, ed esclusive per l’Italia quali The chosen di Ben Jehoshua, Dark show di Olivier Parthonnaud, Corazon muerto di Mariano Cattaneo e Resort Paraiso di Enrique García.

Con l’80% dei titoli in lingua originale provvista di sottotitoli italiani, una library in continua espansione che Elena Maraniello e Sergio Mitrione – dal passato di produttori dei mediometraggi Le ombre di Sheila e The wedding ring – curano quotidianamente nell’intento di insegnare agli spettatori che l’emozione che si prova guardando un film horror di una major la si trova anche in una produzione indipendente.

platform2E, proposti in qualità di mediometraggio unico, nuovi acquisti di HODTV.NET, in esclusiva da metà Luglio 2020, sono i due acclamati corti Bianca Bianca Fase 2, concepiti dal musicista e regista Federico Zampaglione – autore di Shadow – L’ombra e di Tulpa – Perdizioni mortali – durante il lockdown dovuto all’emergenza da Coronavirus.

Ma, pur rimanendo gli inediti e le novità esclusive l’obiettivo principale di HODTV.NET, è in arrivo sulla piattaforma un succoso pacchetto di titoli conosciuti e forti sul mercato acquisito da uno dei massimi distributori di horror mondiali.

Affilate artigli, canini e lame di rasoio, quindi, e non perdete d’occhio HODTV.NET – fruibile in tutto il mondo – sulle pagine:

www.hodtv.net

https://www.facebook.com/hodtvita/

https://www.facebook.com/hodtvHT/

https://www.instagram.com/hodtvitalia/

https://www.instagram.com/hodtvht/

https://www.youtube.com/channel/UCOCLqW81fiivZdzMp6qrw5Q

Gli zombi invadono Amazon Prime Video con Almost Dead!

almost-dead-locandinaRicevo e volentieri pubblico

Vincitore del XXXVII Fantafestival, Almost Dead approda su Amazon Prime Video.

Diretto da Giorgio Bruno, fondatore della casa di produzione e distribuzione Explorer Entertainment (Paranormal StoriesL’esigenza di unirmi ogni volta con te), Almost Dead, un film che mescola gli stilemi del survival a quelli dello zombie movie.

Il lungometraggio racconta la storia di Hope (Aylin Prandi), la quale si sveglia in una macchina sul ciglio di una strada deserta, seduta al fianco del cadavere di una donna.

Almost dead 2Nell’abitacolo pochi oggetti: una pistola e un telefono cellulare quasi scarico. Nella sua mente ancora meno ricordi: Hope non sa perché si trovi dentro quell’auto e in quella situazione che subito si complica quando il cadavere, inspiegabilmente, si sveglia azzannandole il braccio.

Mentre un gruppo strane creature dal passo lento inizia a circondare la macchina, rendendo impossibile l’uscita, una donna misteriosa, al telefono, rivela a Hope la presenza di un siero, in auto, capace di fermare il virus entrato nel suo corpo attraverso il morso. La donna ha solo sei ore di tempo prima che il virus entri nel flusso sanguigno, trasformandola per sempre!

Almost Dead è un thriller dal respiro moderno e innovativo che trae ispirazione da felici esperimenti cinematografici come Buried – Sepolto. Come il film di Rodrigo Cortés, anche quello di Giorgio Bruno dimostra come una location, un habitat [in questo caso una macchina], possa diventare parte integrante nello sviluppo della narrazione e del pathos filmico.

Almost dead 1L’atmosfera claustrofobica e oscura di Almost Dead e un ritmo moderno e veloce accompagnano lo spettatore nel riuscito pellegrinaggio attraverso i generi: dal thriller, al post-apocalittico, al film psicologico, all’horror.

Distribuito da Draka, Amost Dead è già disponibile su Amazon Prime Video.

Qui è possibile visionare il trailer: https://www.youtube.com/watch?v=VOVseVaJy40&feature=youtu.be

locandina LA GOCCIA MALEDETTARicevo e volentieri pubblico

La goccia maledetta, l’ultimo cortometraggio noir diretto da Emanuele Pecoraro,
in gara al prestigioso Festival NIAFFS, a Siviglia nella prima settimana di Luglio.

C’è molta attesa per questo mini-film, prodotto e distribuito da Angelo Bassi per Mediterranea Productions, interpretato dalla bellissima Nadia Bengala e da Lorenzo Lepori, con la partecipazione di Francesca Anastasi.

Si tratta di una storia horror, il cui soggetto è tratto dal racconto originale La goccia, pubblicato da Mezzelane Editrice, elaborato dalla sapiente penna di Roberto Ricci, il formidabile scrittore di gialli anconetano, soprannominato “il parrucchiere del brivido”.
A mettere mano alla sceneggiatura hanno invece pensato Lorenzo De Luca e Pierfrancesco Campanella. Quest’ultimo è anche produttore esecutivo e organizzatore generale dell’opera.

Bengala LA GOCCIA MALEDETTAUn lavoro basato sull’ossessione di un addio sentimentale non gradito, che degenera in modo inaspettatamente sconcertante. La realtà della cronaca nera odierna è piena di episodi violenti dovuti proprio alla non accettazione di essere abbandonati dal partner. In questo senso, La goccia maledetta è un prodotto di strettissima attualità, valorizzato oltretutto dalla straordinaria performance interpretativa di Nadia Bengala, che qui, come non mai, ha modo di rivelare le sue intense qualità recitative.

Il regista Pecoraro per l’occasione conferma lo spiccato talento già dimostrato nel suo corto del debutto, intitolato Solitudini pericolose, poi confermate nel documentario lungometraggio 28… ma non li dimostra.

Nadia Bengala e Lorenzo LeporiIl cast artistico è completato da Sacha Rossi, direttore della fotografia, Laura Camia, art director, Marco Pagliarin, tecnico del suono di set e montatore, Gianfranco Tortora, responsabile della post-produzione audio, e Sebastiano Greco, che si è occupato della color correction video. La goccia maledetta è stato girato tra Montalto di Castro e Pescia Romana, presso l’Hotel Ospite Inatteso e in una villa privata, per gentile concessione del Sig. Giuseppe Simonelli.

Una curiosità: la colonna sonora originale del cortometraggio è stata elaborata dal noto ingegnere informatico Paolo Reale, consulente tecnico nei maggiori processi penali italiani e presenza abituale nel programma televisivo Quarto grado, grande appassionato di musica e con alle spalle significative esperienze nel mondo delle sette note.
Infine, da segnalare la splendida opera pittorica presente nei titoli, denominata Materia Cosmica, una creazione dell’artista lucano Mario D’Imperio.

Vedi il trailer: https://www.youtube.com/watch?v=3-q8eKQ6jQk

LA GOCCIA MALEDETTA (la scheda)
Regia: Emanuele Pecoraro – Produzione e distribuzione: Angelo Bassi per Mediterranea Productions – Soggetto: Roberto Ricci – Sceneggiatura: Pierfrancesco Campanella & Lorenzo De Luca – Fotografia: Sacha Rossi – Tecnico del suono e Montaggio: Marco Pagliarin – Make-up: Giovanna Carchia – Musiche originali: Paolo Reale – Mixage: Gianfranco Tortora – Color correction: Sebastiano Greco – Assistente operatore: Marco Gabotti – Aiuto regia: Fabrizia Bassi – Ispettore di produzione: Matteo Campanella – Riprese backstage: Alessandro Maggiolo – Interpreti: Nadia Bengala, Lorenzo Lepori, Francesca Anastasi
Produzione esecutiva e organizzazione generale: Pierfrancesco Campanella

Finalmente on demand, per CG Entertainment, “Strepitosamente… flop” con la splendida Di Lazzaro

Strepitosamente flop GUARDA ORARicevo e volentieri pubblico

È disponibile sulla piattaforma on-line CG Digital ( www.cgentertainment.it)
STREPITOSAMENTE… FLOP, il film di Pierfrancesco Campanella interpretato, tra gli altri, da Dalila Di Lazzaro.

“Una donna dal fascino unico, straordinariamente fotogenica. Gli occhi più belli del cinema italiano. Classe, carisma, magnetismo, eleganza sono prerogative in lei innate, che sfoggia con sublime naturalezza.”, questa la definizione che il regista ha espresso sulla bellissima attrice friulana, in occasione della messa in streaming della pellicola da lui diretta e del quale Dalila è una delle principali interpreti insieme a Donatella Rettore e Urbano Barberini.

Dalila Di Lazzaro in STREPITOSAMENTE... FLOP (1)Dalila ha alle spalle una carriera formidabile, diretta da maestri del cinema come Lattuada, Klaus Kinsky, Comencini, recitando al fianco di mostri sacri come Delon, Sordi, Pozzetto e Volontè. Eppure STREPITOSAMENTE… FLOP, pur trattandosi di un’opera prima, rimane una delle sue più belle prove davanti la macchina da presa, nel ruolo dolceamaro di una diva irraggiungibile ma fragile, alle prese con i malesseri esistenziali del “dietro le quinte”. In questa pellicola la Di Lazzaro, grazie anche alla sapiente fotografia del “mago delle luci” Roberto Girometti, oltre a risultare straordinariamente “magica”, è assai convincente nel disegnare il rovescio della medaglia dello “star system”, accettando peraltro di girare anche scene piuttosto “coraggiose”, da vera professionista. Da qualche anno Dalila Di Lazzaro, probabilmente per scelta personale, è lontana dal set, ma rivederla oggi in questo film di Campanella, ci fa capire quanto ancora questa brava attrice potrebbe dare alla nostra cinematografia.

Quale migliore occasione quindi per riscoprire STREPITOSAMENTE… FLOP in versione
digitale sul web, dopo essere uscito lo scorso anno per la prima volta in dvd, riscuotendo peraltro grande riscontro di vendite.

Una scena di STREPITOSAMENTE... FLOP con Di Lazzaro e BarberiniIl film è incentrato sulle vicende di un gruppo di giovani, ad inizio anni Novanta, alle prese con l’inserimento nella vita e nel mondo del lavoro, tra sogni, illusioni e divertenti “fregature”. Un pretesto per presentare, in chiave di commedia agro-dolce, una garbata panoramica sulla società di allora, con le mode, i tic e le manie dell’epoca. Ma, dopo tanti anni, le cose per le nuove generazioni sono davvero cambiate? La pellicola, rivista oggi, mantiene intatta la sua originale freschezza, tra satira, ironia, leggerezza e qualche graffio corrosivo.

Vedi trailer: https://www.youtube.com/watch?v=krLxpbHuG5M

STREPITOSAMENTE… FLOP (la scheda tecnica)
Un film prodotto, scritto e diretto da Pierfrancesco Campanella
Interpreti principali: Urbano Barberini, Gabriele Gori, Claudio Maria Pascoli,
Emy Valentino, Claudia Cavalcanti, Yvonne Sciò, Rossana Gavinel, Aichè Nanà

con Adriana Russo e la partecipazione di Rettore
con la partecipazione straordinaria di Dalila Di Lazzaro

soggetto e sceneggiatura Pierfrancesco Campanella, scene e costumi Massimo Corevi fotografia Roberto Girometti, montaggio Luigi Gorini, musiche Gianni Marchetti, direttore di produzione Lucia Nolano, foto di scena Giorgio Stachowski
una produzione Sagittario Film srl, regia Pierfrancesco Campanella

Quattro diverse edizioni home video per Everybloody’s End

Everybloodys End_Bluray (268x149)-01Ricevo e volentieri pubblico

Distribuito da Digitmovies e Home Movies, è disponibile in home video Everybloody’s End, presentato con successo in anteprima internazionale sui prestigiosi schermi di SITGES – Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna, nella sezione Brigadoon.

Diretto da Claudio Lattanzi, autore dello splatter cult Killing birds – RaptorsEverybloody’s End è una produzione Himirides che si svolge in un tempo indefinito e che annovera tra le proprie influenze i film su Dracula realizzati da Jesus Franco e da Paul Morrissey.

In un sotterraneo-bunker cinque persone lottano per la sopravvivenza: le tre donne Bionda (Cinzia Monreale), Nera (Veronica Urban) e Rossa (Nina Orlandi), un teologo (Giovanni Lombardo Radice) e un giovane dottore (Lorenzo Lepori).

Fuori dal nascondiglio regna l’Apocalisse: il male è stato generato da un paziente zero e, di conseguenza, un gruppo di ex soldati chiamati “Sterminatori” provvede alla crocifissione di ogni persona che incontra sulla propria strada, in modo da cercare l’origine del flagello.

Ma i cinque sono veramente al sicuro o nel posto in cui sono rifugiati c’è qualcosa di cui non sono a conoscenza?

Everybloodys End_DVD (273x183)-01Insieme a Nina Orlandi, reduce dall’acclamato La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo, fanno parte del cast volti noti del panorama della paura tricolore in fotogrammi: Cinzia Monreale (Buio omega…e tu vivrai nel terrore! L’aldilà), Giovanni Lombardo Radice (Paura nella città dei morti viventiDeliria), Marina Loi (Zombi 3Dèmoni 2… l’incubo ritorna), Veronica Urban (Herbert West: Re-Animator) e Lorenzo Lepori (regista di Catacomba Notte nuda).

Scritto da Antonio Tentori (Dracula 3D, Rabbia furiosa – Er Canaro), Everybloody’s End vanta anche l’amichevole partecipazione di Sergio Stivaletti – curatore degli effetti speciali del film – in inedite vesti di attore.

Acquistabile esclusivamente negli store online di Digitmovies e Home Movies e, a partire dal 17 Giugno 2020, nei punti vendita delle altre catene distributive fisiche e sul web, Everybloody’s End è disponibile in cinque diverse versioni:

 

–      DVD https://www.store4you.it/shop/it/dvd/2002455-everybloody-s-end-dvd-7441303772707.html

 

–      Blu-ray https://www.store4you.it/shop/it/blu-ray/2002456-everybloody-s-end-blu-ray-7441303772783.html

 

–      Limited edition DVD+CD colonna sonora https://www.store4you.it/shop/it/dvd/2002457-everybloody-s-end-limited-dvd-cd-7441303772707.html

 

–      Limited edition Blu-ray+CD colonna sonora https://www.store4you.it/shop/it/blu-ray/2002458-everybloody-s-end-limited-blu-ray-cd-7441303772783.html

 

A firma di Luigi Seviroli (Nassiryia – Per non dimenticare), la colonna sonora di Everybloody’s End è anche acquistabile singolarmente in formato CD (https://www.store4you.it/shop/it/cd/2002442-la-banda-del-gobbo-lp-vinile-giallo-8032628999833.html).

 

Di seguito: le schede tecniche dei due supporti audiovisivi:

 

DVD

AUDIO: ITALIANO Dolby Digital 5.1, 2.0

FORMATO: 16:9 – 2.35:1 COLORE

ANNO: 2019

DURATA: 72 min

SOTTOTITOLI: ITA/ENG/FRA/SPA

NAZIONE: ITALIA

REGIONE: 0

V.M. 14

 

CONTENUTI EXTRA

–        Backstage

–        Backstage con Sergio Stivaletti

–        Intervista ai protagonisti

–        Intervista agli autori

–        Everbloody’s End: la genesi e le altre storie

–        The soundtrack

 

BLU-RAY

AUDIO: ITALIANO Dts-hd  5.1, 2.0

FORMATO: 16:9 – 2.35:1 COLORE

ANNO: 2019

DURATA: 75 min

SOTTOTITOLI: ITA/ENG/FRA/SPA

NAZIONE: ITALIA

REGIONE: ABC

V.M. 14

CONTENUTI EXTRA

–        Backstage

–        Backstage con Sergio Stivaletti

–        Intervista ai protagonisti

–        Intervista agli autori

–        Everbloody’s End: la genesi e le altre storie

–        The soundtrack

Zampaglione Re dell’horror

FEDERICO ZAMPAGLIONERicevo e volentieri pubblico

Bianca Fase 2, secondo cortometraggio realizzato dal musicista e regista Federico Zampaglione durante l’emergenza da Covid-19, continua con successo gli ottimi riscontri già ricevuti dal primo, trasformandosi immediatamente in un piccolo fenomeno mediatico.

La sola presentazione in anteprima dello short sui social network di Tiromancino e del cast, Giovedì 28 Maggio 2020 alle ore 22.00, ha registrato circa 100000 contatti accompagnati da migliaia di commenti entusiastici.

Un risultato a dir poco sbalorditivo, considerando che l’horror italiano non gode più di tale notevole visibilità dai tempi della sua ormai da anni tramontata golden age, sebbene Shadow Tulpa – Perdizioni mortali – diretti dallo stesso Zampaglione – abbiano riscosso grandi consensi sia in patria che all’estero, considerati dagli appassionati come una vera e propria rinascita del filone.

“Bianca: la fase 2 del Re dell’horror” titola Nocturno Cinema, il più prestigioso magazine italiano per quanto riguarda la celluloide di genere, a proposito del cortometraggio, co-sceneggiato da Gianluigi Perrone (Morituris) e interamente realizzato dallo stesso Federico Zampaglione utilizzando un solo iPad.

Con influenze dai film di paura giapponesi proto-The ring e dal gotico italiano anni Sessanta di Mario Bava e Antonio Margheriti, Bianca Fase 2 si svolge in un apparentemente tranquillo parco romano e vede protagonisti Linda ZampaglioneGiglia MarraGiulia Chermaz Marco Chermaz (parenti del regista), vantando anche la partecipazione straordinaria di Claudia Gerini.

Lo short è visibile qui: https://www.youtube.com/watch?v=51gcxpXCr1c&t=37s, mentre a questo link potete recuperare il primo episodio https://www.youtube.com/watch?v=gNyyuLK2vwE&feature=emb_logo

Bianca Fase 2: anche Claudia Gerini nel cast

BIANCA 2 POSTERRicevo e volentieri pubblico

Con migliaia di condivisioni sui social network e un notevole numero di recensioni entusiastiche, Bianca di Federico Zampaglione si è trasformato in breve tempo in un autentico piccolo fenomeno mediatico durante la Fase 1 dell’emergenza dovuta al Covid-19.

“Dopo molto tempo che non la vedevo, mia figlia è venuta da me. Avevo paura che si annoiasse, così abbiamo inventato un gioco che si è rivelato più divertente del previsto, facendoci ritrovare per le mani questo corto” dichiara il musicista e regista romano – autore della black comedy Nero bifamiliare e dei due acclamati horror Shadow Tulpa – Perdizioni mortali – a proposito di questo short (visibile qui https://www.youtube.com/watch?v=gNyyuLK2vwE&feature=emb_logo) realizzato tramite l’utilizzo di un iPad e in cui figura anche tra gli attori, al fianco della figlia Linda Zampaglione (Nove lune e mezza) e dalla compagna Giglia Marra (R.I.S. – Delitti imperfetti).

BIANCA 2-3“Stavolta, invece, ho pensato il tutto come fosse un mini-film, un concentrato di ansia e paura” anticipa Zampaglione sul secondo episodio di Bianca, che, svolgendosi nella Fase 2 dell’emergenza da Coronavirus, consente alle due protagoniste di uscire di casa, non di rimanervi all’interno come avvenuto nel primo.

Protagoniste che sono ancora una volta la Marra e la piccola Linda, cui vengono affiancati altri volti reclutati tra i congiunti del cineasta, compresa la sua ex compagna Claudia Gerini.

BIANCA 2 GERINIIl secondo episodio di Bianca verrà presentato in anteprima da regista e cast Giovedì 28 Maggio 2020, alle ore 22.00, sulla pagina Facebook dei Tiromancino, che firmano la colonna sonora.

Nell’attesa di vederlo, potete gustarvi il trailer qui: https://www.facebook.com/watch/?v=553908188633046

Distanziati: Stefano Calvagna dà voce al lockdown

Distanziati 1Ricevo e volentieri pubblico

Il Covid-19 non ferma Stefano Calvagna!

Reduce dal suo lungometraggio Baby gang, distribuito nelle sale nell’estate 2019, il “lupo solitario” del cinema italiano non solo ha realizzato nel difficile periodo dell’emergenza da Coronavirus lo short Chiamata dar Maestro (visionabile qui: https://www.youtube.com/watch?time_continue=5&v=qMJMHygGULI&feature=emb_title), in omaggio a Franco Califano, ma si accinge ora ad affrontare anche una nuova sfida dietro la macchina da presa: Distanziati.

Un viaggio all’interno delle vite dei cittadini romani che stanno ripartendo, o che ancora non hanno avuto modo di ricominciare a lavorare, dopo le restrizioni stabilite dal governo a causa della pandemia che ha bloccato il mondo negli ultimi mesi. Il periodo di quarantena imposto per preservare la nostra salute ha, purtroppo, generato gravi problemi all’economia e ai lavoratori. Il cineasta romano, autore de L’uomo spezzato Non escludo il ritorno, quindi, entrerà all’interno dei negozi ad intervistare proprietari e dipendenti, e si interfaccerà anche con coloro che non hanno ancora avuto l’opportunità di riaprire la propria attività, poiché reputata a rischio di contagio.

Distanziati 3Veri cittadini, con le loro voci e i loro occhi, racconteranno cosa significhi lavorare nel periodo che ha seguito la “fase 1” del lockdown, senza edulcorare la realtà, senza la necessità di veicolare messaggi politici o pareri medici.

Quando la normalità sembra ormai lontana e la quotidianità ha cambiato il suo significato, Distanziati è un docufilm mirato a cedere la parola a chi ha ricevuto sostegni, a chi si è sentito abbandonato dal proprio Stato, perfino agli artisti e lavoratori dello spettacolo che si sono sentiti dimenticati da tutti, a chi sa di poter ricominciare, a chi non ne ha la certezza.

Emozioni sincere, paure e speranze espresse con spontaneità e totale libertà, in una Roma che ricomincia, che ritrova vita e movimento dopo le sconvolgenti immagini delle sue strade vuote.

Candidata ai David di Donatello, Anna Ferzetti torna nel fanta-ecologico Stop!

Ferzetti_Stop_5 (Copia)Ricevo e volentieri pubblico

Candidata ai David di Donatello 2020, nella categoria migliore attrice non protagonista, per la sua performance in Domani è un altro giorno di Simone Spada, Anna Ferzetti è ora protagonista di Stop!, diretto dall’esordiente Salvatore Fazio e co-prodotto da Alfonso Maria Chiarenza Massimiliano Bruno.

Stop! è un cortometraggio ambientato nel 2050 su un pianeta Terra ridotto allo stremo dal surriscaldamento globale e in cui, mentre una ragazza si trova a dover affrontare il proprio passato, una donna, a quanto pare, può rappresentare la salvezza. Possono essere la stessa persona? Il mondo si salverà?

Ferzetti_Stop_2 (Copia)Stop! racconta un futuro distopico, una società in cui il surriscaldamento globale sta arrivando al punto di non ritorno. Si può quindi parlare di un’opera fanta-ecologica, di un corto che mira a far riflettere gli spettatori su un tema molto attuale, ma che viene ancora sottovalutato, e su come l’avvenire del nostro pianeta possa essere strettamente intrecciato alla nostre vicende personali.

Ferzetti_Stop_6 (Copia)Accanto ad Anna Ferzetti, il cast di Stop! – distribuito da Premiere Film – include Andrea VendittiGiancarlo PorcariChiara TronMarco LandolaFederico Maria GalanteSilvia Maria VitaleDavid MarzulloAndrea Galasso e Daniele Blando.

Firmano la sceneggiatura di Stop! Bruno stesso insieme al regista, mentre la colonna sonora è a cura di Micki Piperno.

AMAREMENTE di Emanuele di Leo – La recensione

amarementecop.jpg

Sono diversi anni, ormai che il regista romano Emanuele Di Leo e l’attore e sceneggiatore lucano Massimo Previtero lavorano insieme. Loro, infatti, è la società di produzione DilPrev Cinefilm Production, nata nel 2013. E se, in passato, numerosi consensi da parte del pubblico hanno ottenuto i loro primi lavori, Amaremente, la loro ultima fatica, ha fin da subito sollevato parecchie aspettative da parte di un nutrito numero di spettatori.

Un lavoro, il presente, sincero e appassionato, che prende spunto da una storia vera, che lo sceneggiatore Massimo Previtero ha deciso di adattare per il grande schermo. Questa, dunque, è la storia di Marco, un giovane proveniente da un piccolo paesino che, a causa di suo padre e di alcuni bulli del posto che lo perseguitano a causa della sua omosessualità, decide di trasferirsi a Roma, al fine di sentirsi libero di essere sé stesso. Qui il giovane farà la conoscenza di Andrea, un giovane medico con il quale si sentirà da subito molto in sintonia. Tra i due nascerà una bella storia d’amore. Eppure, nonostante tutto, numerose difficoltà non tarderanno a presentarsi.

Un film ricco di colpi di scena e risvolti inaspettati, il presente Amaremente. Un lungometraggio, questo di Di Leo e Previtero, che denota una straordinaria genuinità di intenti, puntando la propria attenzione su temi come l’omofobia, il bullismo e la violenza contro le donne.

Gli autori, dal canto loro, hanno fortemente voluto che una storia del genere vedesse la luce e, dunque, pur disponendo – come, ahimé, spesso accade nell’ambito del cinema indipendente – di un basso budget, hanno giustamente “pensato in grande”, al fine di rendere al meglio la storia dei due giovani sul grande schermo. Il risultato finale è, dunque, un lungometraggio genuino e sincero, con anche una gradita dose di coraggio al proprio interno. La storia di Marco e Andrea – che, al suo interno, presenta numerosi e inaspettati risvolti narrativi – appassiona e commuove. E il pubblico, dal canto suo, si affeziona immediatamente ai due giovani protagonisti (impersonati dallo stesso Massimo Previtero e da Pierpaolo Di Giacomo).

Traendo le ultime considerazioni, dunque, c’è da sperare una cosa: che i due giovani autori – così come chiunque continui ancora a muoversi all’interno del circuito underground) possano presto trovare finalmente sostanziosi finanziamenti al fine di realizzare al meglio i loro lavori.

Marina Pavido