LA RECENSIONE – LAZZARO FELICE di Alice Rohrwacher

lazzaro feliceTITOLO: LAZZARO FELICE; REGIA: Alice Rohrwacher; genere: drammatico; paese: Italia; anno: 2018; cast: Adriano Tardiolo, Alba Rohrwacher, Nicoletta Braschi; durata: 130′

Nelle sale italiane dal 31 maggio, Lazzaro felice è l’ultima fatica della giovane regista Alice Rohrwacher, presentato in concorso alla 71° edizione del Festival di Cannes, dove ha vinto la Palma d’Oro alla Miglior Sceneggiatura, ex aequo con Three Faces di Jafar Panahi.

Il giovane Lazzaro, non ancora ventenne, vive in un casolare di campagna insieme alla sua numerosa famiglia, con la quale lavora come contadino a servizio di una nobildonna. La padrona della terra, tuttavia, altro non fa che sfruttare i suoi dipendenti, costringendoli a vivere come schiavi, senza che sappiano nulla di come vadano le cose al di fuori della campagna in cui vivono. Nel momento in cui le autorità si accorgeranno di tale situazione, saranno tutti finalmente liberati, ma non sarà affatto facile adattarsi alla vita al di fuori del loro piccolo mondo.

Un tema di grande potenza, che si fa metafora della nostra società, dei giochi di potere effettuati da padroni, datori di lavoro e banche, ma anche dell’ultimo secolo della storia della nostra Italia. Particolarmente interessante, a tal proposito, è l’ambientazione: durante le prime scene, girate all’interno del casolare di campagna (con atmosfere che tanto stanno a ricordarci il cinema del compianto Ermanno Olmi), si ha l’impressione di trovarsi nell’Italia degli anni Cinquanta. Eppure, vi sono piccoli, sporadici elementi che rimandano all’epoca contemporanea. La cosa si fa maggiormente evidente nel momento in cui i carabinieri fanno irruzione in quel piccolo mondo fuori dal tempo, riportandoci immediatamente ai giorni nostri. Il tutto resta comunque volutamente ambiguo, dal punto di vista spazio-temporale e, unitamente a piccole caratteristiche dei protagonisti e dello stesso Lazzaro, assume un che di surreale, di magico, addirittura di onirico. Particolarmente d’effetto, a tal proposito, l’abitudine – sia del protagonista che della sua famiglia – di soffiare uno strano vento che tanto sta a ricordarci il vento felliniano e il suo significato intrinseco di morte.

E poi, ovviamente, c’è lui, il giovane Lazzaro (interpretato da un ottimo Adriano Tardiolo, qui al suo esordio sul grande schermo). Sempre sereno, sorridente, sembra non desiderare mai nulla per sé, ma, al contrario, sembra sperare solo che agli altri possa capitare del bene. Il ragazzo – analogamente a molte figure della nostra stessa società che vengono banalmente emarginate – è talmente buono, da risultare addirittura stupido. Una sorta di santo che non fa miracoli e che vedrà nella figura di Tancredi – figlio della nobildonna per cui lavora – il suo primo, vero amico. Un amico che non smetterà mai di cercare per tutta la vita.

E così, questo complesso e stratificato lavoro della Rohrwacher – realizzato, tra l’altro, rigorosamente in pellicola – è riuscito a conquistare anche il pubblico di Cannes. La cosa, ovviamente, è stata del tutto meritata e non fa che confermare la giovane autrice come uno dei nomi maggiormente da tener d’occhio all’interno del panorama cinematografico nostrano.

VOTO: 8/10

Marina Pavido

Annunci

OGGI AL CINEMA: tutte le novità in sala del 14/07/2016

A cura di Marina Pavido

Il caldo si fa sentire, ormai è tempo di ferie. Eppure al cinema continuano ad arrivare nuovi, interessanti titoli. Pochi, quello sì, ma comunque vale la pena di prenderli in considerazione per scoprire cosa ha da offrirci in questi mesi estivi il panorama cinematografico. Come ogni settimana, dunque, ecco per voi una breve guida per aiutarvi a scegliere ciò che maggiormente incontra i vostri gusti. Buona lettura!

 

BASTILLE DAY – IL COLPO DEL SECOLO

Bastille-Day-2016-movie-Still-1

REGIA: James Watkins; genere: azione, thriller; anno: 2016; paese: USA, Francia; cast: Idris Elba, Richard Madden, Kelly Reilly

Dopo gli attacchi terroristici che hanno coinvolto la città di Parigi, un abile borseggiatore ed un agente della CIA si trovano a collaborare al fine di combattere una pericolosa organizzazione criminale.

CELL

cell-movie-review-2016-john-cusack-samuel-l-jackson-stephen-king-adaptation

REGIA: Tod Williams; genere: horror, thriller; anno: 2016; paese: USA; cast: Samuel L. Jackson, John Cusack, Isabelle Fuhrman

Boston. La vita scorre tranquilla, finché non iniziano a squillare i cellulari, trasformando i proprietari – dopo il loro utilizzo – in pericolose creature sanguinarie. L’epidemia si diffonde in tutto il mondo e solo in pochi ne resteranno misteriosamente immuni. Tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

SNEEZING BABY PANDA

sneezing-baby-panda-01

REGIA: Lesley Hammond, Jenny Walsh; genere: avventura, commedia, family; anno: 2016; Paese: Cina

Dopo la diffusione su internet di un video che vede un tenero cucciolo di panda starnutire, una zoologa decide di partire alla volta della Cina per rintracciare quel cucciolo e dare vita ad una campagna al fine di sensibilizzare la popolazione circa il pericolo di estinzione dei panda stessi.

THE LEGEND OF TARZAN

_B4B2657.dng

REGIA: David Yates; genere: azione, avventura; anno: 2016; paese: USA; cast: Alexander Skarsgard, Margot Robbie, Samuel L. Jackson

Tarzan ha lasciato la giungla africana da molti anni e vive insieme all’amata moglie Jane. Un giorno, però, viene mandato dal governo di nuovo in Congo, per servire da emissario commerciale in Parlamento. Il giovane ignora che, in realtà, alle sue spalle c’è un intricato complotto, estremamente pericoloso per la sua stessa vita.

UNA SPIA E MEZZO

una_spia_e_mezzo_dwayne_johnson_kevin_hart2

REGIA: Rawson Marshall Thurber; genere: azione, commedia; anno: 2016; paese: USA; cast: Dwayne Johnson, Kevin Hart, Ike Barinholtz

Una ex vittima di bullismo a scuola è diventato oggi un importante agente della CIA: Al fine di risolvere un caso top secret, l’uomo chiederà aiuto ad un suo ex compagno di classe, diventato ormai un semplice impiegato.

 

La nostra rubrica vi dà appuntamento alla prossima settimana. In attesa di nuovi ed intriganti titoli, vi auguriamo di incontrare piacevoli sorprese in sala. Buon Cinema a tutti!

L’ANGELO DI ALFREDO finalmente in DVD

Ricevo e volentieri pubblico

 

“L’angelo di Alfredo” finalmente in DVD

Nel 35° anniversario della Tragedia di Vermicino, parte la distribuzione popolare dell’unico film che ne fa la ricostruzione storica ed emozionale, attraverso la straordinaria impresa del volontario Angelo Licheri

Angelo-Licheri.jpg

Dopo l’ampio consenso raccolto nei principali festival cinematografici italiani, Quadra Film lancia una campagna crowdfunding per la distribuzione popolare del film “L’angelo di Alfredo”. Per l’iniziativa, la casa di produzione è affiancata, ancora una volta, dal Centro Alfredo Rampi Onlus.

 

Su www.langelodialfredo.it sarà possibile ottenere una copia del film in DVD.

 

“L’angelo di Alfredo” è incentrato sulla figura di Angelo Licheri, uno dei protagonisti di quella che viene ricordata come la Tragedia di Vermicino.

Fu molto di più. Nelle campagne fuori Roma, un bimbo di sei anni scivola in un pozzo artesiano. Si chiama Alfredo Rampi. L’Italia intera segue in TV le operazioni di salvataggio: un’interminabile diretta destinata a segnare per sempre la nostra storia. A 54 ore dall’incidente, il volontario Angelo Licheri si cala in quel terribile budello. Trova Alfredino ancora vivo ma l’estremo tentativo di riportarlo in superficie non riuscirà.

L'angelo-di-Alfredo---Fotogramma.jpg

Il film racconta l’epopea di quest’uomo esile e coraggiosissimo che, a distanza di tanti anni, ritrova i protagonisti di quel soccorso. Assieme a loro ricostruisce cosa successe in quelle ore tragiche e ancora gonfie di speranza. Un racconto febbrile ed emozionante, che propone dettagli inediti sulla vicenda e sull’eccezionale tentativo di Angelo.

A 35 anni dalla tragedia, il film consente di tornare con la mente in quel luogo, a quella vicenda, e permette di cogliere la portata storica di quell’evento, offrendo tutti gli strumenti di comprensione anche della delicatissima parte emotiva che ne scaturì e che tuttora continua ad aleggiare come un rimosso collettivo di un’intera nazione.

 

Nell’ultima parte del film, lo sguardo della macchina da presa supera il buio di quel pozzo maledetto per raccontare anche il Licheri di questi ultimi trent’anni: una vita fuori dall’ordinario, che lo ha visto protagonista anche della grottesca fase giudiziaria che seguì la tragedia e che lo ha poi portato per lunghi anni in Africa, lontano dal clamore e dai riflettori. Una vita che lo ha segnato profondamente, anche nel corpo, ma che ha fatto di lui un vero eroe del nostro tempo.

Il film è anche testimonianza della piccola ma significativa luce di speranza nata da quella tragedia: il Centro Alfredo Rampi, fondato dalla madre di Alfredino, impegnato a diffondere la cultura della prevenzione dei rischi ambientali, perché non si debba mai più ripetere un’altra Vermicino.

L'angelo-di-Alfredo---DVD.jpg

«Crediamo che questa distribuzione possa essere non solo un modo per ricordare il piccolo Alfredo, ma anche un’occasione per fare tributo ai soccorritori che hanno dato il massimo in quei terribili giorni. In particolare, vorremmo restituire verità e giustizia ad Angelo Licheri, facendo conoscere la sua storia ai giovani, che della sua impresa straordinaria non possono avere memoria» ha dichiarato Carmelo Ramundo, presidente di Quadra Film.

 

La gestione della campagna, che durerà solo 60 giorni, è affidata al team di Ulule, la piattaforma crowdfunding n° 1 in Europa.

 

L’iniziativa nasce sotto la bandiera della solidarietà. Parte dei fondi raccolti dalla campagna coprirà i costi di distribuzione. La restante parte verrà devoluta interamente ad Angelo Licheri, che oggi vive in difficoltà fisiche ed economiche.
Quadra Film ha intrapreso questa iniziativa senza alcun fine di lucro e non tratterrà neanche un centesimo.

 

Per aderire alla campagna e ottenere il DVD de “L’angelo di Alfredo”

www.langelodialfredo.it

 

Il trailer

https://youtu.be/Bb3Mzynm8WY

 

La pagina facebook

https://www.facebook.com/langelodialfredo

 

Per informazioni e delucidazioni

info@quadrafilm.it

INCONTRO PUBBLICO PER IL CINEMA IN CAMPANIA

Ricevo e volentieri pubblico

 

Annuncio incontro pubblico

 

Riot Studio giovedì 3 marzo 2016

Che ne vogliamo fare del cinema in Campania?”

 

Giovedì 3 marzo alle ore 11.30 presso il Riot Studio – Palazzo Marigliano in Via San Biagio dei Librai 39 a Napoli – sarà presentato alla stampa il documento sulle imprescindibili urgenze del comparto, elaborato negli scorsi mesi e sottoscritto già da oltre 250 professionisti ed operatori dei diversi ambiti del Cinema in Campania

Due i punti cardine dell’incontro

Una domanda:

Cosa è successo dei 6 milioni di euro per la produzione audiovisiva, afferenti alla Programmazione Europea 2007-2013, stanziati con la DGR n. 244/2013 e dei quali si è annunciato la riattivazione lo scorso dicembre?

Una decisione:

Dare vita al Comitato per una Legge Regionale sul Cinema in Campania (C.LE.R.C.C.) che ha come suo testo fondativo il suddetto documento contenente le linee per mettere a sistema lerisorse, riordinare il comparto e integrare, in maniera organica, le diverse filiere esistenti, prevedendo interventi indirizzati allo sviluppo e alla produzione, alla promozione della cultura audiovisiva, alla formazione, con particolare riferimento alla crescita di nuovi talenti e nuove professionalità, ed, infine, al rafforzamento del ruolo della Film Commission Regione Campania.

Vi chiediamo di partecipare, diffondere e far sottoscrivere il documento a tutti i professioni e gli operatori del Cinema in Campania con cui siete in contatto.

Tutti gli aderenti al documento sono invitati a essere parte del Comitato, fatte salve diverse dichiarazioni.

IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST – TIMBUKTU il 3 dicembre a Condove

Ricevo e volentieri pubblico

 

Associazione Valsusa Filmfest e SR Cinema presentano
Proiezione di “TIMBUKTU”
per la campagna “Io sto con il Valsusa Filmfest”

3 dicembre 2015 a Condove (TO)
Cinema Comunale, P.zza Martiri della Libertà 13
L’ingresso al cinema è di € 6,00

Film di Abderrahmane Sissako sul tema della repressione jihadista, vincitore del Premio della Giuria Ecumenica e del François Chalais Prize al Festival di Cannes 2014 e candidato all’Oscar come miglior film straniero nel 2015. Proiezione proposta nell’ambito di “IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”, campagna di raccolta fondi a sostegno della XX edizione del Valsusa Filmfest

www.valsusafilmfest.it
timbuktu-2

Il 3 dicembre 2015 alle ore 21:00 nel Cinema di Condove si svolge la proiezione del film “Timbuktu”, film sul tema della repressione jihadista, in un evento organizzato nel contesto di “IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”, campagna di raccolta fondi a sostegno della XX edizione del Valsusa Filmfest che propone una rassegna con 3 recenti film di successo e un evento con la presentazione del libro sui Lou Dalfin scritto da Paolo Ferrari.

Timbuktu – premi e breve sinossi
Timbuktu è un film del 2014 diretto dal regista mauritano Abderrahmane Sissako che ha concorso per la Palma d’oro al Festival di Cannes 2014, dove ha vinto il Premio della Giuria Ecumenica e il François Chalais Prize, ed ha ricevuto la candidatura all’Oscar come miglior film straniero nel 2015.
Nel film un pastore di bestiame vive con la sua famiglia in un villaggio nei pressi di Timbuctù, nel Mali, la cui tranquillità viene bruscamente disturbata dall’arrivo di elementi armati jihadisti che impongono la Sharia. Malgrado la ferocia della repressione, la popolazione resiste coraggiosamente, spesso in nome di un’altra e più corretta visione giuridica, sociale e culturale dell’Islam.

timbuktuLA CAMPAGNA “IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”
Il Valsusa Filmfest è un festival poliartistico sui temi del recupero della memoria storica e della difesa dell’ambiente che da venti anni anima un territorio aperto all’incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici e numerosi eventi tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.
Un festival itinerante che si svolge in numerosi comuni della Valle di Susa coinvolgendo scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone attraverso un grande lavoro di radicamento sul territorio e con una macchina organizzativa sempre più complessa e basata quasi esclusivamente sul volontariato.
A partire da queste caratteristiche e tenendo conto del contesto di welfare fortemente ridimensionato, dallo scorso anno viene proposta la campagna “IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”, iniziativa volta a rafforzare la sostenibilità del Festival attraverso la mobilitazione di diverse competenze presenti sul territorio e di risorse economiche con fondi raccolti direttamente tra i sostenitori.

IL 10 DICEMBRE “NON ESSERE CATTIVO”
Dopo l’appuntamento del 26 novembre con la proiezione di “Mirafiori Luna Park”, film d’esordio di Stefano Di Polito, e la proiezione di “Timbuktu” del 3 dicembre, il 10 dicembre 2015 termina la mini-rassegna cinematografica con “Non essere cattivo”, film  postumo di Claudio Caligari, regista del cult underground “Amore tossico”, terminato grazie all’importante supporto dell’amico Valerio Mastandrea, ospite del Valsusa Filmfest lo scorso aprile, e candidato italiano per l’Oscar al miglior film straniero del 2016.
Il film, presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, è la storia di due amici, Cesare (Luca Marinelli, La solitudine dei numeri primi) e Vittorio (Alessandro Borghi, Roma criminale) sullo sfondo della Ostia degli anni Novanta. Amici da sempre, “fratelli di vita”, una vita di eccessi fra notti in discoteca, corse in auto, alcool e droghe. Vivono in simbiosi ma hanno anime diverse e Vittorio col tempo inizia a desiderare e a cercare una vita diversa. Incontra Linda, trova lavoro e cerca di coinvolgere anche Cesare, che nel frattempo si è innamorato di Viviana, una disperata come lui ma con voglia di costruirsi un futuro migliore…

LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO SUI LOU DALFIN
In data attualmente in via di definizione si svolgerà un evento in cui verrà presentato il libro “Lou Dalfin – Vita e miracoli dei contrabbandieri di musica occitana” con la presenza dell’autore, il giornalista Paolo Ferrari.   Lou Dalfin sono uno storico gruppo musicale di folk rock fondato da Sergio Berardo nel 1982 nelle valli occitane del Piemonte al fine di rivisitare la musica tradizionale occitana con strumenti e forme d’espressione moderni

IL CONCORSO E ALTRE INFORMAZIONI SUL XX VALSUSA FILMFEST
Tutti gli eventi di “Io sto con il Valsusa Filmfest” saranno anche occasione per presentare il BANDO DI CONCORSO e per dare anticipazioni sulla XX edizione del festival e sulla XVIII edizione di CINEMA IN VERTICALE, rassegna sul cinema e la cultura di montagna organizzata dall’associazione Gruppo 33 di Condove nei mesi di  gennaio e marzo.
Il Bando di Concorso è reperibile in www.valsusafilmfest.it insieme alla scheda di partecipazione e a tutte le informazioni sulle modalità e sulle regole di iscrizione. La principale novità di questo XX contest cinematografico consiste nell’inserimento di una categoria riservata a giovani under 20 e a cortometraggi girati con qualsiasi supporto, smartphone e tablet compresi, con durata massima di 5 minuti. Vengono confermate le sezioni “Cortometraggi” e “Videoclip” e la sezione Memoria Storica cambia il nome in “Fare Memoria” per sottolineare l’apertura ad opere che abbiano come tema avvenimenti di attualità.

IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST – parte la campagna di raccolta fondi per sostenere la XX edizione

Ricevo e volentieri pubblico

logo-iostoconilvalsusff

Associazione Valsusa Filmfest e SR Cinema presentano

“IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”
Campagna di RACCOLTA FONDI a sostegno della XX edizione del VALSUSA FILMFEST
che propone una rassegna con 3 recenti film di successo
e un evento con la presentazione del libro sui Lou Dalfin scritto da Paolo Ferrari

dal 26 novembre 2015 a Condove (TO)
Cinema Comunale, P.zza Martiri della Libertà 13


Al via il 26 novembre con “Mirafiori Luna Park” di Stefano di Polito, la rassegna prosegue il 3 dicembre con “Timbuktu” del regista mauritano Abderrahmane Sissako e il 10 dicembre con “Non essere cattivo”, film postumo di Claudio Caligari che rappresenterà l’Italia agli Oscar come miglior film straniero del 2016 e terminato grazie all’importante coproduzione di Valerio Mastandrea, ospite del Valsusa Filmfest 2015

IL PROGRAMMA:
● 26 novembre 2015 ore 21:00 – film “Mirafiori Luna Park”
● 3 dicembre 2015 ore 21:00 – film “Timbuktu”
● 10 dicembre 2015 ore 21:00 – film “Non essere cattivo”
● in data e luogo da definire – Evento con Presentazione del libro “Lou Dalfin – Vita e miracoli dei contrabbandieri di musica occitana” di Paolo Ferrari

www.valsusafilmfest.it

Il Valsusa Filmfest è un festival poliartistico sui temi del recupero della memoria storica e della difesa dell’ambiente che da venti anni anima un territorio aperto all’incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici e numerosi eventi tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.
Un festival itinerante che si svolge in numerosi comuni della Valle di Susa e che coinvolge scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone attraverso un grande lavoro di radicamento sul territorio. Fondato nel 1997 da un gruppo di appassionati di cinema insieme all’A.N.P.I. ed al comitato Habitat, il festival è diventato un importante presidio culturale con una macchina organizzativa sempre più complessa e basata quasi esclusivamente sul volontariato.

A partire da queste caratteristiche e tenendo conto del contesto di welfare fortemente ridimensionato, dallo scorso anno viene proposta la campagna “IO STO CON IL VALSUSA FILMFEST”. Una sfida volta a rafforzare la sostenibilità del Festival, mobilitando oltre a diverse competenze presenti sul territorio, anche risorse economiche con fondi raccolti direttamente tra i sostenitori attraverso una rassegna che propone tre recenti film di successo al cinema di Condove, in collaborazione con SR Cinema, ed un evento con presentazione del libro scritto da Paolo Ferrari sul gruppo musicale occitano Lou Dalfin.

mirafiorilunapark-2Il primo appuntamento di “Io sto con il Valsusa Filmfest” è in programma il 26 novembre con “Mirafiori Luna Park”, film d’esordio di Stefano Di Polito che racconta la storia di tre operai in pensione dalla catena di montaggio della FIAT di Mirafiori, interpretati da Antonio Catania, Alessandro Haber e Giorgio Colangeli, che hanno il sogno di costruire un luna park nella fabbrica abbandonata. Il regista è figlio di una famiglia operaia ed è cresciuto nel quartiere Mirafiori in cui ha girato il film che ha richiamato nelle sale un numeroso pubblico, oltre alle migliori aspettative.

timbuktu-2Il 3 dicembre è in programma “Timbuktu”, film del 2014 diretto dal regista mauritano Abderrahmane Sissako che ha concorso per la Palma d’oro al Festival di Cannes 2014, dove ha vinto il Premio della Giuria Ecumenica e il François Chalais Prize, ed ha ricevuto la candidatura all’Oscar come miglior film straniero nel 2015.
Nel film un pastore di bestiame vive con la sua famiglia in un villaggio nei pressi di Timbuctù, nel Mali, la cui tranquillità viene bruscamente disturbata dall’arrivo di elementi armati jihadisti che impongono la Sharia. Malgrado la ferocia della repressione, la popolazione resiste coraggiosamente, spesso in nome di un’altra e più corretta visione giuridica, sociale e culturale dell’Islam.

21290-Non_essere_cattivo_3_-_Gruppo_Marinelli__TurettaIl 10 dicembre 2015 termina la mini-rassegna cinematografica con “Non essere cattivo”, film  postumo di Claudio Caligari, regista del cult underground “Amore tossico”, terminato grazie all’importante supporto dell’amico Valerio Mastandrea, ospite del Valsusa Filmfest lo scorso aprile, e candidato italiano per l’Oscar al miglior film straniero del 2016.
Il film, presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, è la storia di due amici, Cesare (Luca Marinelli, La solitudine dei numeri primi) e Vittorio (Alessandro Borghi, Roma criminale) sullo sfondo della Ostia degli anni Novanta. Amici da sempre, “fratelli di vita”, una vita di eccessi fra notti in discoteca, corse in auto, alcool e droghe. Vivono in simbiosi ma hanno anime diverse e Vittorio col tempo inizia a desiderare e a cercare una vita diversa. Incontra Linda, trova lavoro e cerca di coinvolgere anche Cesare, che nel frattempo si è innamorato di Viviana, una disperata come lui ma con voglia di costruirsi un futuro migliore…

In data attualmente in via di definizione si svolgerà un evento in cui verrà presentato il libro “Lou Dalfin – Vita e miracoli dei contrabbandieri di musica occitana” con la presenza dell’autore, il giornalista Paolo Ferrari.
I Lou Dalfin sono uno storico gruppo musicale di folk rock fondato da Sergio Berardo nel 1982 nelle valli occitane del Piemonte al fine di rivisitare la musica tradizionale occitana con strumenti e forme d’espressione moderni

Tutti gli eventi di “Io sto con il Valsusa Filmfest” saranno anche occasione per presentare il BANDO DI CONCORSO e per dare anticipazioni sulla XX edizione del festival e sulla XVIII edizione di CINEMA IN VERTICALE, rassegna sul cinema e la cultura di montagna organizzata dall’associazione Gruppo 33 di Condove nei mesi di  gennaio e marzo.
Il Bando di Concorso è reperibile in www.valsusafilmfest.it insieme alla scheda di partecipazione e a tutte le informazioni sulle modalità e sulle regole di iscrizione. La principale novità di questo XX contest cinematografico consiste nell’inserimento di una categoria riservata a giovani under 20 e a cortometraggi girati con qualsiasi supporto, smartphone e tablet compresi, con durata massima di 5 minuti. Vengono confermate le sezioni “Cortometraggi” e “Videoclip” e la sezione Memoria Storica cambia il nome in “Fare Memoria” per sottolineare l’apertura ad opere che abbiano come tema avvenimenti di attualità.


RIVER TO RIVER – OBIETTIVO RAGGIUNTO

Ricevo e volentieri pubblico

Selvaggia Velo, direttore River to river, in un fotogramma del video

River to River – Obiettivo raggiunto Nuova e definitiva deadline il 15 novembre

Cari Amici,

Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, grazie ad ognuno di voi e ai partner The Florentine, IED Firenze e Blu Knight!
Questo è assolutamente fantastico e totalmente inaspettato, un enorme GRAZIE a tutti !!!

Avendo raggiungo l’obiettivo entro la data prestabilita, possiamo tenere la campagna attiva con l’opzione “in demand”, per ricevere altre donazioni.
L’opzione “in demand” è consentita da Indiegogo alle campagne di crowdfunding di successo, per continuare a ricevere donazioni.
Noi abbiamo deciso di mantenere la possibilità “in demand fino al 15 novembre.
Dopo questa data, la nostra campagna di crowdfunding sarà definitivamente chiusa.

Vi chiediamo di sostenerci ancora una volta, aiutandoci a dare vita ad una 15a edizione ancora più speciale!
La campagna è sulla piattaforma online indiegogo.com e questo è il link da cliccare per trovarla:
http://igg.me/at/R2RFIFF2015

Qualora non vi fosse possibile donare, chiediamo il vostro aiuto anche semplicemente condividendo la nostra campagna attraverso i vostri canali: social network, email, passaparola.

Nel frattempo, lunedi daremo la notizia dell’ospite speciale di questa edizione 2015…!

Vi ringraziamo e…. #getrivered per avere un fantastico festival tutti insieme!
Selvaggia Velo e lo staff del festival

-- 
Direttore
River to River Florence Indian Film Festival
Via Maggio, 1
50125 Firenze - Italia
tel. +39 055 286929
cell. +39 335 5743364
www.rivertoriver.it

Support us on Indiegogo http://igg.me/at/R2RFIFF2015  
Follow ‪#‎R2RFIFF‬
Twitter & Instagram @river2riverfiff
Facebook /rivertoriverfiff