LA RECENSIONE DI MARINA – POVERI MA RICCHI di Fausto Brizzi

Poveri ma ricchiTITOLO: POVERI MA RICCHI; REGIA: Fausto Brizzi; genere: commedia, comico; anno: 2016; paese: Italia; cast: Christian De Sica, Enrico Brignano, Anna Mazzamauro; durata: 97′

Nelle sale italiane dal 15 dicembre, Poveri ma ricchi è l’ultimo lungometraggio diretto da Fausto Brizzi, remake del francese Les Tuche (2011), perla regia di Olivier Baroux.

Ci troviamo, innanzitutto, in un piccolo paesino sulla Prenestina, appena fuori dalla Capitale. La famiglia Tucci, mai stata particolarmente abbiente, vince inaspettatamente cento milioni di euro al superenalotto. Malgrado le iniziali intenzioni di tenere la cosa segreta in paese, presto si viene a conoscenza dell’identità dei fortunati vincitori e, di conseguenza, la famiglia intera – a causa delle insistenti richieste di aiuti economici da parte di amici e parenti – sarà costretta a lasciare la propria casa per trasferirsi nella città che registra il più alto reddito pro capite in Italia: Milano.

pmr-1Sarà per la scelta di far interpretare ad alcuni attori del cast personaggi a cui normalmente non si sono mai rapportati, sarà per l’idea di far ridere evitando la volgarità, sarà per la giusta gestione dei tempi comici, sarà per l’impiego, in sceneggiatura, di trovate più che indovinate, sarà (e questa è una cosa che potrebbero pensare i più “malignetti”) che il film stesso è tratto da una commedia che poco ha a che vedere con i cinepanettoni nostrani, ma Poveri ma ricchi si presenta in linea di massima come un lungometraggio onesto e ben riuscito, nel suo genere.

Convincente è un Christian De Sica nei panni di un lavoratore “burino” e di gran cuore, azzeccata la brava Anna Mazzamauro nel ruolo della nonna appassionata di fiction televisive ed innamorata di Gabriel Garko. Il vero pezzo forte di questo lungometraggio di Brizzi, però, è la comparsata di Al Bano nel ruolo di sé stesso e le conseguenti gag che ne vengono fuori: trovate fuori dagli schemi della comicità standard “da cinepanettone” che, in questo contesto, funzionano piuttosto bene.

poveri-ma-ricchi-bill-gates-clip-dal-film-youtubeIl problema principale di Poveri ma ricchi è, in realtà, un altro: per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi stessi, troppo repentini sono i cambiamenti interiori (in particolare per quanto riguarda il personaggio interpretato da De Sica) per poter essere credibili. Così come ripetitivi appaiono i contrasti tra nord e sud Italia qui messi in scena. Ripetitivi e, ormai, troppo inflazionati all’interno delle grandi produzioni cinematografiche italiane. Detto questo, però, questo ultimo lavoro di Brizzi resta comunque un prodotto che, in un certo senso, sorprende. E, proprio per la sua onestà, merita una priorità di visione rispetto ad altri cinepanettoni, nel caso in cui si desiderasse fruire esclusivamente di un certo tipo di cinema.

VOTO: 6/10

Marina Pavido

OGGI AL CINEMA: tutte le novità in sala del 26/05/2016

A cura di Marina Pavido

Grandi novità in sala, anche questa settimana! Dall’attesisimo Alice attraverso lo specchio all’horror Somnia, dall’ultimo lavoro di Pedro Almodovar, Julieta, all’estone Tangerines – Mandarini. Come ogni settimana, ecco per voi una breve guida per poter scegliere ciò che più vi piace e, sotto alcune trame, potrete leggere qualche nostra recensione. Ce ne sarà davvero per tutti i gusti!

 

ALICE ATTRAVERSO LO SPECCHIO

cast

REGIA: James Bobin; genere: avventura, fantasy; anno: 2016; paese: USA; cast: Mia Wasikowska, Johnny Depp, Helena Bonham Carter

Alice ha trascorso gli ultimi anni navigando per il mare aperto, seguendo le orme paterne. Al suo ritorno attraverserà uno specchio magico che la riporterà nel Sottomondo, dove incontrerà gli amici di sempre e dove scoprirà che il Cappellaio Matto, dopo aver perso la sua Moltezza, non è più in forma come una volta. Sarà compito della giovane Alice far sì che il suo amico possa salvarsi. Atteso sequel di Alice in Wonderland, diretto da Tim Burton.

 

FIORE

fiore

REGIA: Claudio Giovannesi; genere: drammatico; anno: 2016; paese: Italia; cast: Daphne Scoccia, Josciua Algeri, Valerio Mastandrea

Daphne, detenuta in un carcere minorile per aver preso parte ad una rapina, si innamora di Josh, anch’egli ex rapinatore. All’interno del carcere, però, maschi e femmine non possono incontrarsi ed il loro amore verrà ostacolato in ogni modo.

 

SOMNIA

S_11347_9c881211-ded3-e411-b7d2-d4ae527c3b65

REGIA: Mike Flanagan; genere: horror, thriller; anno: 2016; paese: USA; cast: Kate Bosworth, Thomas Jane, Jacob Tremblay

Jessie e Mark, in seguito alla scomparsa del loro unico figlio, decidono di adottare il piccolo Cody, un bambino di otto anni. Il piccolo, però, nasconde un inquietante segreto, che lo rende terrorizzato all’idea di addormentarsi.

 

COLONIA

Daniel-Bruhl-Emma-Watson-in-Colonia-slice-1024x438

REGIA: Florian Gallenberger; genere: drammatico, thriller; anno: 2015; paese: Germania; cast: Emma Watson, Daniel Bruehl, Michael Nyqvist

Lena e Daniel sono una giovane coppia che rimane implicata nel colpo di stato che ha avuto luogo in Cile nel 1973. Quando Daniel viene rapito dalla polizia segreta di Pinochet, Lena seguirà i suoi passi, scoprendo un’area inespugnabile situata a sud del Paese, chiamata Colonia Dignidad. Ispirato a fatti realmente accaduti.

 

FRÄULEIN – UNA FIABA D’INVERNO

Fräulein-Una-fiaba-dinverno

REGIA: Carolina Carona; genere: commedia; anno: 2016; paese: Italia; cast: Christian De Sica, Lucia Mascino, Therese Hämer

Regina, una scontrosa zitella, si imbatte casualmente in un misterioso turista sessantenne ed imbranato. Tra i due nascerà una turbolenta quanto improbabile convivenza.

 

IL TRADUTTORE

il-traduttore_notizia-2

REGIA: Massimo Natale; genere: drammatico, thriller; anno: 2016; paese: Italia, Polonia; cast: Claudia Gerini, Kamil Kula, Silvia Delfino

Andrei è un giovane studente rumeno che saltuariamente lavora in questura come traduttore, conoscendo alla perfezione l’italiano, il rumeno ed il tedesco. Un giorno viene messo in contatto dalla sua tutor con Anna, un’antiquaria che gli chiederà di tradurre il diario di suo marito, un tedesco scomparso in circostanze misteriose.

 

JULIETA

Julieta

REGIA: Pedro Almodovar; genere: drammatico; anno: 2016; paese: Spagna; cast: Emma Suárez, Adriana Ugarte, Rossy De Palma

Julieta, una professoressa di cinquantacinque anni, scrive a sua figlia Antia, raccontandole tutto ciò che negli ultimi trent’anni – dal suo concepimento – ha messo a tacere. Una volta finita la confessione, però, non sa dove spedire la lettera, dal momento che sua figlia se n’è andata di casa a diciotto anni ed è ormai diventata una perfetta sconosciuta.

 

PELÉ

Pelé-2016-film

REGIA: Jeff Zimbalist, Michael Zimbalist; genere: biografico, drammatico; anno: 2016; paese: USA; cast: Kevin de Paula, Leonardo Lima Carvalho, Diego Boneta

Il lungometraggio racconta la storia vera del celebre calciatore Pelé, che, da ragazzo di strada, arrivò al successo a soli diciassette anni, portando la nazionale brasiliana alla vittoria del Mondiali del 1958.

 

TANGERINES – MANDARINI

mandariinid_tangerines_still

REGIA: Zaza Urushadze; genere: drammatico; anno: 2013; paese: Estonia, Georgia; cast: Misha Meskhi, Giorgi Nakashidze, Elmo Nuganen

1991. Al culmine del conflitto tra la Georgia e la Repubblica separatista di Abcasia, in una piccola enclave di estoni stanziali ormai deserta, sono rimasti solo Ivo e Margus, intenti a coltivare la loro piantagione di mandarini. Un giorno, durante uno scontro a fuoco, i due soccorreranno due soldati appartenenti a schieramenti opposti, ospitandoli nella loro casa. Candidato all’Oscar al Miglior Film Straniero nel 2015.

LA RECENSIONE:

https://entracteblog.wordpress.com/2016/05/09/la-recensione-di-marina-tangerines-mandarini-di-zaza-urushadze/

 

La nostra rubrica vi dà appuntamento alla prossima settimana! Nel frattempo, continuate ad andare numerosi al cinema e lasciatevi rapire dalla magia del grande schermo. Buon Cinema a tutti!

COMUNICAZIONI INTERESSANTI: BLS FINANZIA 6 NUOVI PROGETTI

Ricevo e volentieri pubblico

BLS finanzia 6 nuovi progetti per un totale di 1.745.000,00 Euro al terzo call del 2014.

Circa 120 i giorni di riprese per l’Alto Adige, territorio che accoglierà i set di Giuseppe Tornatore, Daniele Vicari, Caterina Carone, Andreas Pichler e Luca Ribuoli. Tra i progetti sostenuti anche quello della coppia di registi Hofer/Ragazzi. 

I finanziamenti sono stati assegnati tramite la BLS – Film Fund & Commission dell’Alto Adige dalla Provincia Autonoma di Bolzano su segnalazione di una commissione di esperti guidata da Christiana Wertz BLS Head of Film Fund and Commission.

Dei 6 progetti italiani che hanno ottenuto il finanziamento 2 provengono dall’Alto Adige, 1 sarà realizzato in co-produzione con la Germania e 1 con la Francia.

Tra i beneficiari del finanziamento della BLS c’è la Paco Cinematografica che produrrà il nuovo progetto cinematografico di Giuseppe Tornatore, dal titolo provvisorio “La Corrispondenza”. Il regista, dopo “La migliore offerta”, torna in Alto Adige, a Bolzano, per ambientare le riprese del suo film e punta nuovamente su un cast internazionale che vede, ad oggi, la probabile partecipazione di Jeremy Irons (“Treno di notte per Lisbona”) e Blake Lively (“Runaway Girl”, “Savages”) come protagonisti. Il film drammatico, scritto dallo stesso regista, ha ottenuto dalla BLS un finanziamento di 400.000,00 Euro.

Altro regista che torna sul territorio altoatesino è Daniele Vicari che, dopo l’esperienza di “Diaz”, sceglie la zona di San Cassiano nell’alta Badia per ambientare alcune sequenze di “Bianco”, titolo provvisorio del suo nuovo film con protagonisti, probabilmente, Elio Germano con cui aveva già lavorato in “Diaz“ e Luca Argentero (che ha già lavorato in Alto Adige sul set di “Un boss in salotto“). Il film è prodotto dalla Mir Cinematografica insieme alla francese Aeternam Films. Proprio grazie a questa forma co-produttiva il film aveva ottenuto in fase di pre-produzione il fondo di sviluppo italo-francese di Mibact e CNC. La BLS ha sostenuto il film con un finanziamento di 480.000,00 Euro.

Altra co-produzione interessante, che questa volta coinvolge Italia e Germania, è quella di “Grand Hotel” (titolo provvisorio), serie TV drammatica in 12 episodi diretta da Luca Ribuoli (“Don Matteo”, “La Squadra”) e prodotta da Cattleya e dalla tedesca Beta Film. Per le riprese sono state scelte le zone di Castel Wolfsthurn, Racines e la piccola città di Glorenza. Nel cast Valentina Bellè, Eugenio Franceschini e Ugo Dighero. Il sostegno della BLS alla fiction è di 300.000,00 Euro.

La bolognese tempesta di Carlo Cresto-Dina invece sceglie di produrre “Fräulein” (titolo provvisorio) uno dei progetti sviluppati durante la prima edizione dello Script Lab della BLS RACCONTI#1. La sceneggiatrice Caterina Carone ne firmerà anche la regia. Nel cast provvisorio di questa commedia è prevista la partecipazione di Christian De Sica (“Natale a Rio”, “Colpi di fulmine”) e Lucia Mascino (“Una mamma imperfetta“). Le riprese interesseranno il comune altoatesino di Renon e il sostegno della BLS è di 480.000,00 Euro.

Due infine i progetti che vedono coinvolte produzioni altoatesine: la Echo Film di Bolzano, che ottiene un finanziamento di 65.000,00 Euro per la produzione del documentario per la TV “Von Männern und Vätern” (titolo provvisorio) di Andreas Pichler (“Das Venedig Prinzip”), co-prodotto con l’austriaca Nikolaus Geyrhalter Filmproduktion di Vienna e la HiQ Productions di Lutago che riceve 20.000,00 Euro per la pre-produzione del docu-film “Commissari Europei” (titolo provvisorio), regia e sceneggiatura di Gustav Hofer e Luca Ragazzi.


I nuovi termini per presentare domanda di finanziamento alla BLS sono fissati al 28 gennaio per il primo call, al 6 maggio per il secondo call e al 23 settembre per il terzo e ultimo call.

 

La BLS è il referente per il sostegno alle produzioni audiovisive in Provincia di Bolzano. Attiva dal primo gennaio 2009, gestisce dal 2010 il Fondo che la Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige mette a disposizione per il sostegno economico alle produzioni cinematografiche e televisive.

I finanziamenti sono rivolti a documentari, lungometraggi e serie televisive realizzati totalmente o in parte sul territorio provinciale. Il Fondo può essere destinato come finanziamento per la produzione e come finanziamento per la pre-produzione.

ROMA FILM FESTIVAL – 9/13 dicembre ROMA

Ricevo e volentieri pubblico

OMAGGIO A CHRISTIAN DE SICA

ROMA, SALA UMBERTO/CINEMA TREVI

9-13 dicembre 2013

Ingresso gratuito

 Immagine

Ritorna il Roma Film Festival, giunto quest’anno alla sua XVIII edizione. L’ormai storica kermesse capitolina diretta da Adriano Pintaldi, avrà luogo dal 9 al 13 dicembre prossimi nelle splendide cornici della Sala Umberto e del Cinema Trevi. Come di consueto, si tratterà di un grande omaggio, di una retrospettiva preceduta dalla consegna di un Premio alla Carriera, quest’anno assegnato ad un artista a tutto tondo, amatissimo dal grande pubblico, ad un attore poliedrico, tra cinema, teatro e televisione, regista e cantante. Insomma, ad un vero mattatore: Christian De Sica.

L’omaggio si aprirà alla Sala Umberto di Roma lunedì 9 dicembre con una speciale serata d’onore ( aperta al pubblico ad inviti) e con la consegna del Premio alla Carriera Roma Film Festival 2013. Proseguirà poi alla Sala Trevi, con una retrospettiva (ad ingresso gratuito e organizzata in collaborazione con la Cineteca Nazionale) che verrà inaugurata dallo stesso De Sica, che incontrerà gli spettatori il 10 dicembre. Nel corso delle quattro giornate della retrospettiva si potranno ammirare, tra gli altri, titoli come Il conte Max, Uomini uomini uomini e The Clan, firmati dallo stesso De Sica, ma anche film da lui interpretati come Il figlio più piccolo di Pupi Avati e Parlami di me di Brando De Sica.

L’evento è organizzato con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali – Direzione per il Cinema e della Regione Lazio, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale.

 

Per info: +39 06 8841246