VENEZIA 75 – PREMI E CONCLUSIONI

biennale-di-venezia-2018-600x400Si è da poco conclusa la premiazione – presso la storica Sala Grande – di questa 75° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, anche quest’anno presieduta da ALberto Barbera. Tra sorprese, polemiche e meritate soddisfazioni, ecco, di seguito, cosa ha deciso la giuria presieduta da Guillermo del Toro:

LEONE D’ORO: ROMA di Alfonso Cuaron

LEONE D’ARGENTO ALLA MIGLIOR REGIA: The Sisters Brothers di Jacques Audiard

PREMIO OSELLA ALLA MIGLIOR SCENEGGIATURA: The Ballad of Buster Scruggs di Joel e Ethan Coen

GRAN PREMIO DELLA GIURIA: The Favourite di Yorgos Lanthimos

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA: The Nightingale di Jennifer Kent

COPPA VOLPI ALLA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE: Willem Dafoe per At Eternity’s Gate

COPPA VOLPI ALLA MIGLIOR INTERPRETAZIONE FEMMINILE: Olivia Colman per The Favourite

PREMIO MASTROIANNI MIGLIOR ATTORE EMERGENTE: Baykali Ganambarr per The Nightingale

MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA – VENEZIA CLASSICI: The Great Buster: A Celebration

MIGLIOR RESTAURO: La Notte di San Lorenzo – Paolo e Vottorio Taviani

MIGLIOR OPERA PRIMA LUIGI DE LAURENTIIS: The Day I lost my Shadow di Soudade Kaadan

SEZIONE ORIZZONTI

MIGLIOR SCENEGGIATURA: Jinpa di Pema Tseden

MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE: Kais Nashif per Tel Aviv on Fire 

MIGLIOR INTERPRETAZIONE FEMMINILE: Natalya Kudryashova per The Man who surprised Everyone

PREMIO SPECIALE: The Announcement di Mahmut Fazil Coskun

MIGLIOR REGIA: Ozen di Emir Baigazin

MIGLIOR FILM: Manta Ray di Phuttiphong Aroonpheng

 

Noi di Entr’Acte siamo stati orgogliosi di poter presenziare, anche quest’anno, a questo importante appuntamento con la Settima Arte. La nostra rubrica da Venezia finisce qui. Arrivederci al prossimo anno e…buon Cinema a tutti!

Marina Pavido

Annunci

VENEZIA 75 – THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel e Ethan Coen


bbs_r1_01_04_33_12_r-1TITOLO: THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS; REGIA: Joel e Ethan Coen; genere: western; paese: USA; anno: 2018; cast: Tim Blake Nelson, James Franco, Liam Neeson; durata: 131′

Presentata in concorso alla 75° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, The Ballad of Buster Scruggs è l’ultima fatica dei fratelli Joel e Ethan Coen, presto disponibile su Netflix.

The Ballad of Buster Scruggs è una singolare serie antologica divisa in sei parti, di ambientazione western, che strizza l’occhio anche agli stessi western anni Sessanta e, nello specifico, ai nostri spaghetti western. E così, immediatamente dopo i titoli di testa, vediamo le pagine di un libro – con un orecchiabile motivetto country in sottofondo – aprirsi di volta in volta su un capitolo diverso, il quale, a sua volta, ci viene introdotto da un’illustrazione dal sapore rétro. Ed è a questo punto che inizia lo spettacolo vero e proprio.

Con il loro solito tono scanzonato e divertito, i due fratelli di St. Louis Park optano per una vera e propria partenza in quarta, regalando allo spettatore – giusto per iniziare – la storia bizzarra ed esilarante del fuorilegge Buster Scruggs, appunto, spensierato cow boy che non esita a bucare la quarta parete per comunicare direttamente con il pubblico e che, con le sue straordinarie doti da pistolero, riesce a far fuori chiunque intralci la propria tranquillità, con fare quasi tarantiniano. Una partenza fulminante, dunque, per un lavoro che, malgrado la sua lunga durata complessiva, non perde mai di mordente, pur cambiando pian piano i toni, fino ad arrivare addirittura a un ritratto malinconico e contemplativo del vecchio West, il quale, a sua volta, in poco più di due ore ci viene descritto in modo talmente accurato e dettagliato in ogni sua realtà – e, soprattutto, attraverso sguardi carichi di affetto – come raramente è accaduto in passato. Il risultato finale è un prodotto divertente, dinamico e bizzarro, ma anche, quando serve, duro, commovente ed emozionante, in grado di trasmettere in soli centotrentuno minuti fortissime emozioni.

Sono solo sei i capitoli di The Ballad of Buster Scruggs. Eppure, anche al termine della visione, si sarebbe ancora potuti andare avanti per ore. Una sfida nuova, questa, per i registi, i quali non dirigevano più nulla dal 2014, dopo aver presentato a Cannes il bellissimo A proposito di Davis. Una sfida nuova che, però, è stata vinta con successo e che, come di consueto per il loro cinema, sta a dimostrare ancora una volta quanto gli stessi si divertano a giocare con il mezzo cinematografico. Segno che la Settima Arte ha (anche) la capacità di non fare invecchiare mai.

VOTO: 8/10

Marina Pavido

VENEZIA 75 – PRESENTAZIONE

75-mostra-cinema-veneziaEbbene sì. Ci risiamo. Anche quest’anno, finalmente, ci si accinge a iniziare una vera e propria maratona cinematografica, in occasione della 75° Mostra del Cinema di Venezia, che avrà luogo nella suggestiva cornice del Lido dal 29 agosto al 9 settembre 2018, sotto la direzione artistica di Alberto Barbera. Questa edizione – che prevede la consegna del Leone d’Oro alla Carriera a veri e propri mostri sacri come Vanessa Redgrave e David Cronenberg – si è da subito presentata come un vero e proprio evento rivoluzionario.

Già ad una prima, sommaria lettura del programma, infatti, sembrerebbe esserci, quest’anno, un’offerta ricca e variegata come non mai, tra le più interessanti e raffinate degli ultimi anni. Oltre a un’apertura scoppiettante che prevede la proiezione di First Man, diretto dall’ormai celeberrimo Damien Chazelle, trepida è l’attesa di lungometraggi in concorso firmati Yorgos Lanthimos (The Favourite), Alfonso Cuaron (ROMA), Roberto Minervini (Che fare quando il mondo è in fiamme?), Luca Guadagnino (discussissimo il suo remake di Suspiria), ma anche Joel e Ethan Coen, i quali hanno presentato in concorso la loro serie The Ballad of Buster Scruggs. E questa è solo una minima parte di ciò che ci aspetta nei prossimi giorni.

Oltre a un interessantissimo concorso, dunque, non dimentichiamo i numerosi titoli fuori concorso, così come le sezioni collaterali Settimana della Critica, Giornate degli Autori, Orizzonti e, non per ultima, Venezia Classici – Restauri.

Che dire? Ce ne sarà davvero per tutti i gusti! Noi di Entr’Acte, come ogni anno, saremo presenti, in prima fila, per tenervi informati su tutte le più interessanti novità lidensi. Restate con noi per sapere quali interessanti sorprese ha in serbo per noi la nostra amatissima Settima Arte.

Buon Cinema a tutti!

Marina Pavido

OGGI AL CINEMA: tutte le novità in sala del 10/03/2016

A cura di Marina Pavido

Grandi novità, anche questa settimana, nelle sale italiane! Senza ombra di dubbio, il film più atteso è Ave, Cesare!, l’ultimo lavoro dei fratelli Coen, nonché film di apertura all’ultima edizione del Festival di Berlino. Ma la gamma di scelta è molto più vasta. Ecco, per voi, un elenco di tutte le nuove uscite al cinema!

 

THE DIVERGENT SERIES: ALLEGIANT

50375_ppl

REGIA: Robert Schwentke; genere: avventura, fantascienza; anno: 2016; paese: USA; cast: Shailene Woodley, Miles Teller, Theo James

Terzo capitolo della serie Divergent, che vede gli stessi protagonisti dei precedenti lungometraggi. Qui Beatrice Prior e Tobias Eaton si avventureranno in un mondo per loro nuovo, al di fuori di Chicago, e verranno presi in custodia da una misteriosa agenzia, conosciuta come il Dipartimento di Sanità Genetica.

 

AVE, CESARE!

Ave,_Cesare!REGIA: Joel e Ethan Coen; genere: commedia; anno: 2016; paese: USA; cast: Josh Brolin, Ralph Fiennes, George Clooney

Le rocambolesche ed esilaranti avventure di Eddie Mannix, che, nella Hollywood d’oro degli anni ’50, ha il compito di risolvere qualsiasi incidente o imprevisto sui set dei film che vengono girati. Una perla firmata dai fratelli Coen che è stata presentata in anteprima come film di apertura all’ultima edizione del Festival di Berlino.

 

FOREVER YOUNG

forever-youg-brizzi-05-1150x748

REGIA: Fausto Brizzi; genere: commedia; anno: 2016; paese: Italia; cast: Fabrizio Bentivoglio, Sabrina Ferilli, Teo Teocoli

La storie di un gruppo di amici non più giovanissimi, che, però, non riescono a rassegnarsi al fatto di non essere più degli adolescenti: da Franco, patito di sport, che scopre che sta per diventare nonno ad Angela, estetista di 49 anni che ha una storia con un ragazzo di 20, da Diego, DJ di mezza età alle prese con un giovane collega che tenta di fargli le scarpe, a Giorgio, cinquantenne con una giovane compagna che, però, tradisce con una sua coetanea.

 

UN NUOVO GIORNO

UnNuovoGiorno_9.11.2015_phJHauf_075REGIA: Stefano Calvagna; genere: drammatico; anno: 2016; paese: Italia; cast: Luca Filippi, Niccolò Calvagna, Sveva Cardinale

Giulio, fin da bambino, sente di vivere in un corpo che non gli appartiene ed invidia le bambine, sue coetanee. Al compimento del ventisettesimo anno d’età, si recherà in Thailandia per sottoporsi ad una delicata operazione e diventare, finalmente, una donna.

 

WEEKEND

weekend-06REGIA: Andrew Haigh; genere: drammatico, sentimentale; anno: 2011; paese: Gran Bretagna; cast: Tom Cullen, Chris New

Russel conosce Glen in un locale e trascorre la notte con lui. Quella che sembra solo una semplice avventura, si rivelerà, nell’arco di un weekend, qualcosa di più profondo ed importante.

La nostra rubrica vi dà appuntamento alla prossima settimana. Nel frattempo, godetevi i film che più vi piacciono ed andate numerosi al cinema! Ce n’è davvero per tutti i gusti!

ALLE 17.00 VA IN ONDA ENTR’ACTE su www.radioicaro.it

Puntata 114 di ENTR’ACTE oggi, sabato 8 febbraio dalle 17.00 alle 18.00 e domani in replica dalle 20.00 alle 21.00, in onda su Radio Icaro (www.radioicaro.it). Ecco la ricchissima scaletta:

1. Come sempre cominciamo anticipando la scaletta della puntata e con un’occhiata ai film in sala da giovedì scorso, 6 febbraio 2014

2. Il film: A proposito di Davis di Joel ed Ethan Coen (che ovviamente mi sono precipitata a vedere appena è uscito)

3. Le prossime uscite, giovedì 13 febbraio 2014 (Spider 3D, Monuments Men, Storia d’inverno, Sotto una buona stella, The square, Tango libre, Vijay – il mio amico indiano)

4. Monografia: Philip Seymour Hoffman (prematuramente scomparso qualche giorno fa)

5. News Festival: Un’occhio ai film più interessanti della Berlinale 2014 (6-16 febbraio)

6. Comunicazioni Interessanti: gli eventi speciali al cinema OCCHIO A SAN VALENTINO (Walt Disney e l’Italia – una storia d’amore, royal Hopera House: Don Giovanni, Colazione da Tiffany, Teatro Bolshoi: Jewels – replica, Il mistero di Dante, Pantani, Hanna Arendt – repliche)

Come sempre tutte le puntate di ENTR’ACTE sono riascoltabili da https://entracteblog.wordpress.com/le-puntate-di-entracte/

Singoli brani di trasmissione e tanti altri contenuti li potete trovare su http://www.youtube.com/deborissimah

Per contattarmi deborissimah@alice.it